24 Maggio 2011

Codacons-Agi: ad aprile su Rai3 e Italia1 pochissimo spazio a salute; bene Rete4 e Rai

Codacons-Agi: ad aprile su Rai3 e Italia1 pochissimo spazio a salute; bene Rete4 e Rai
 

 
I programmi di Rai3 e Italia1 dedicano pochissimo spazio alla salute, a differenza di Rai1 e Rete4 che sono i canali televisivi italiani che più si occupano di sanità. Ma tra reti pubbliche e reti private c’è una grossa differenza: i 3 canali Rai in un mese hanno trattato complessivamente 149 volte di salute contro le 72 volte delle reti Mediaset. E’ quanto risulta dalla ricerca condotta nel mese di aprile dal Codacons sull’intera programmazione Rai e Mediaset, nell’ambito del progetto AGI-CODACONS "Sentinelle della Salute" che monitora dati e notizie sulle abitudini, le conoscenze e le necessità dei cittadini in materia di salute.
"Abbiamo verificato il tempo complessivo che i vari canali televisivi hanno dedicato al tema salute, e le informazioni su questo argomento fornite ai telespettatori – spiega il Presidente Codacons, Carlo Rienzi – All’interno della programmazione Rai, il primato spetta a Rai1, che in 88 occasioni ha affrontato argomenti salutistici, seguita da Rai2 (35) e Rai3 (26). In casa Mediaset si distingue Rete4, che in ben 37 trasmissioni ha parlato di salute contro le 31 di Canale5. Fanalino di coda Italia1, che ha affrontato questioni sanitarie solo 4 volte in un mese".
"Per quanto riguarda l’aspetto qualitativo della ricerca "Sentinelle della Salute" – prosegue Rienzi – l’alimentazione è l’argomento principe di entrambe le emittenti, trattato nel 50% delle trasmissioni. La Rai tuttavia si differenzia per aver dato più spazio all’interno dei propri programmi alla cardiologia, all’oculistica e all’oncologia, mentre Mediaset si è soffermata maggiormente sui casi di malasanità e sulla chirurgia estetica".
"Considerato lo spazio dedicato alla salute e alla sanità, Italia1 e Rai3 si sono distinte nell’ultimo mese per aver fornito scarse informazioni ai telespettatori. Molto bene invece Rai1 e decisamente promossa anche Rete4, che su questo fronte ha saputo far meglio della rete ammiraglia Mediaset".

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox