13 Dicembre 2012

CODACONS,A DISPOSIZIONE DI CHI COMMETTE REATI PER NECESSITA’

CODACONS,A DISPOSIZIONE DI CHI COMMETTE REATI PER NECESSITA’
DOPO VICENDA PENSIONATA CON LA MINIMA DIVENTATA RAPINATRICE

(ANSA) – BOLOGNA, 13 DIC – L’associazione di difesa dei consumatori Codacons ha reso noto di essere a disposizione di chi ha commesso reati contro il patrimonio per necessità. L’iniziativa dopo la vicenda delle pensionata con la minima che ha tentato una rapina in un supermercato di Bologna ed è stata presa dalla polizia. “I fatti di cronaca di questi giorni e quanto emerso ieri dalla Questura di Bologna – spiega il Vice Presidente Nazionale Codacons, avv.Bruno Barbieri – secondo cui i furti e i taccheggi nei supermercati da parte di cittadini sempre più disperati per la propria situazione economica, non possono non far riflettere chi ha il mandato e quindi il dovere di mettere in atto misure a tutela dei cittadini”. “Il Codacons ritiene che oggi una politica che tende a salvare sempre e comunque i propri privilegi e abbandona i cittadini in difficoltà non meriti alcun tipo di sostegno. Trovare risorse a favore dei più deboli è un obbligo. Ed è ora che la politica la smetta di sperperare il danaro pubblico e di voltare le spalle ai cittadini in difficoltà. E’ soprattutto inaccettabile che lo Stato faccia cassa con i propri cittadini sfruttandone debolezze e difficoltà economiche, portandoli a giocare d’azzardo con lotterie e gratta e vinci. Insomma il circolo vizioso che si sta generando è quello di uno Stato che aumenta sempre più tasse dirette ed indirette per salvare Banche, poltrone e privilegi, taglia i servizi alla persona e porta i cittadini a giocare i propri risparmi con l’evidente conseguenza di aumentarne l’indebitamento e, cosa forse peggiore di farli scivolare in una situazione borderline nei rapporti famigliari e sociali”. “La rapinatrice sessantenne con pensione minima, che chiede di non avvertire il marito dell’arresto per la rapina al supermercato messa in atto probabilmente per debiti di gioco, non è – rileva il Codacons – che uno dei casi che palesano questo circolo vizioso. E’ sinceramente inaccettabile”. (ANSA).

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox