5 Gennaio 1998

CODACONS: XIV EDIZIONE NAZONALE DI S.O.S. ABETI

IL CODACONS PROMUOVE LA RACCOLTA DEGLI ABETI DI NATALE PER EVITARE LA STRAGE DI ALBERI CENTRI DI RACCOLTA ANCHE DEL CORPO FORESTALE DELLO STATO E DI ALTRE ASSOCIAZIONI AMBIENTALISTE

Ancora il CODACONS (Coordinamento delle associazioni ambientaliste) assieme all? EUROAFI e ad altre associazioni ambientaliste nazionali e locali in prima linea per ricordare a quanti hanno una sensibilità ?ambientalista? che con la fine delle festività di fine anno occorre evitare lo scempio degli alberi di Natale gettati nell?immondizia. Così parte la XIV edizione nazionale di ?S.O.S. abeti?, la manifestazione ideata dal CODACONS.
Gli organizzatori di ?S.O.S. abeti? ricordano che la manifestazione nelle scorse edizioni ha avuto un notevole successo di pubblico e i risultati sono stati davvero molto soddisfacenti con notevoli espressioni di apprezzamento da parte dei cittadini che hanno consegnato l?abete. Anche quest?anno ?SOS Abeti? è stata patrocinata da diverse Istituzioni Pubbliche locali che non hanno voluto far mancare il loro sostegno a coloro che si prodigano per contribuire alla salvaguardia del patrimonio boschivo e soprattutto per diffondere una cultura di tutela e difesa ambientale.
I volontari delle associazioni promotrici nella mattinata di domenica 11 gennaio in varie città italiane raccoglieranno gli abeti che ogni cittadino spontaneamente vorrà portare con la certezza che sarà fatto il possibile da parte degli esperti per continuare a far vivere gli alberi curando il reimpianto nelle zone idonee dal punto di vista naturalistico e paesaggistico. Gli abeti saranno selezionati per scartare le piante che date le loro condizioni certamente non potranno vivere. Anche il Corpo Forestale dello Stato quest?anno ha voluto contribuire ad evitare la strage organizzando dei centri di raccolta.
L?invito è quindi rivolto a tutti quanti hanno in casa l?abete per non gettarlo in strada o dentro un cassonetto in modo da evitare uno spettacolo davvero indecoroso ed indegno di città civili che non meritano un?immondizia ?arricchita? da alberi che potrebbero continuare a vivere.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox