fbpx
19 Ottobre 2005

Codacons: via i piccioni da San Marco

Codacons: via i piccioni da San Marco

Nel mirino anche quelli di Milano. La Lipu: “Sbagliato, non sono pericolosi“

VENEZIA. Piazza San Marco senza piccioni? Il virus dei polli rischia di cambiare volto alle piazze italiane e sulle cartoline potrebbero scomparire, o almeno diminuire, gli habituè pennuti che fanno tanta attrazione turistica. E così anche a Piazza Duomo, a Milano, a Piazza Navona o al Pantheon di Roma, a Firenze. A sollevare la questione il Codacons per il quale occorre “introdurre misure urgenti relativamente ai piccioni, presenti in maniera massiccia nelle città italiane si pensi a Piazza San Marco a Venezia o Piazza del Duomo a Milano“. “Chiediamo di allontanare i piccioni dalle città italiane, vietando le classiche foto dei turisti sulle panchine delle piazze famose e la vendita di mangimi per uccelli nelle stesse“, ha detto il presidente dell`associazione dei consumatori, Carlo Rienzi. Secondo Rienzi, i piccioni “in qualsiasi località urbana sono i volatili più vicini all`uomo, e milioni sono ogni giorno le possibilità di contatto con questo tipo di uccello. Volatili a loro volta anche a stretto contatto con i gabbiani, anch`essi numerosi nei nostri cieli, come noto a rischio aviaria“. Da qui le richieste del Codacons. La Lipu rcita uno studio condotto da ricercatori di Basilea per il quale “non vi sarebbe alcuna evidenza sperimentale che i piccioni siano un importante vettore per l`influenza aviaria“. Secondo stime approssimative sarebbero almeno 250 mila i piccioni nelle piazze di 16 città, la maggior parte, intorno a 100 mila, solo a Venezia.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox