5 Gennaio 2007

Codacons: “Vacanza rovinata? Chiedete il risarcimento“

GLI IMPREVISTI DI VIAGGIO
Codacons: “Vacanza rovinata? Chiedete il risarcimento“

Natale per molti vuol dire anche concedersi un viaggio, un tour in una capitale europea o un soggiorno in una località esotica. E, visto il volume di turisti a spasso per gli aeroporti, è normale che ci sia stato – come segnala il Codacons, coordinamento di associazioni per la tutela dell`ambiente e dei diritti di utenti e consumatori – un record di proteste per gli aerei. “Certo – spiega una nota dell`associazione di consumatori – il dato può essere influenzato dalla circostanza che durante l`inverno le località più gettonate non si trovano in Italia ma all`estero; ma resta il fatto che la gran parte delle segnalazioni riguardano proprio i voli“. I disagi maggiori? Ritardi e mancata consegna del bagaglio. In molti casi il ritardo nelle partenza è costato parecchio, visto che tanti consumatori si sono ritrovati a passare il Capodanno in aereo anzicché sulla spiaggetta da sogno che avevano immaginato o nell`hotel prenotato alla destinazione. “Anche un ritardo di tre o quattro giorni nella consegna del bagaglio, in una vacanza di una settimana, può rovinare le ferie“ osserva ancora il comunicato del Codacons. L`associazione di tutela dei consumatori invita chiunque abbia subito problemi o disagi a far valere i propri diritti chiedendo un risarcimento. Ed ecco alcuni consigli. Per i pacchetti turistici, nel caso vengano riscontrate inadempienze i consumatori devono richiedere il risarcimento dei danni subiti inviando all`organizzatore del viaggio una raccomandata a.r. entro dieci giorni lavorativi dal rientro. Dettaglio importante è anche conservare tutta la documentazione del torto subito, compresi scontrini di consumazioni, fotografie fatte col telefonino o eventuali filmini che illustrino il problema in cui si è incappati. Se poi non si ottiene soddisfazione è meglio contattare lo sportello vacanze del Codacons inviando una e-mail all`indirizzo telefonorosso@codacons.info o telefonando all` 892007. Un ultimo avvertimento: è sempre possibile rivolgersi ad un giudice chiedendo il risarcimento del danno subito, sia patrimoniale – con il rimborso dei costi sostenuti per servizi non goduti – sia morale, il cosiddetto `danno da vacanza rovinata` per non aver potuto godere della tranquillità che sarebbe stato lecito attendersi da una vacanza. Per informazioni: 338/4031534.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox