20 Giugno 2013

Codacons: «Siciliani danneggati ci costituiremo parte civile»

Codacons: «Siciliani danneggati ci costituiremo parte civile»

Palermo. Il Codacons intende costituirsi parte civile in relazione allo scorretto uso dei fondi pubblici all’ interno della Regione siciliana. «Il quadro che sta emergendo – si legge in una nota – rappresenta una questione che ci coinvolge in modo rilevante in qualità di associazione che si batte per la difesa dei diritti degli utenti e dei consumatori». «Per anni – viene spiegato nel comunicato – un comitato d’ affari ha pilotato gli appalti dei grandi eventi in Sicilia, attraverso la corruzione di politici e dirigenti pubblici, emettendo fatture per operazioni inesistenti». «L’ organizzazione – sostiene quindi l’ associazione – si sarebbe appropriata anche di fondi comunitari destinati al finanziamento di progetti per la formazione professionale. È di innegabile evidenza che questi illeciti sono stati fonte di un gravissimo danno erariale a discapito dei cittadini siciliani. Per tale motivo i siciliani, attraverso la costituzione di parte civile del Codacons, potranno chiedere un adeguato risarcimento per i danni subiti». 20/06/2013.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox