29 Gennaio 2014

Codacons, riunione in vista di azioni legali

Codacons, riunione in vista di azioni legali

Sabato alle 21 all’ Hotel San Silvestro di Via Canaletto 129 a San Prospero, il Codacons incontrerà le vittime dell’ alluvione. In sinergia con la promotrice del profilo Facebook, “Alluvionati e incazzati”, Lisa Secchia, il vicepresidente regionale del Codacons Fabio Galli illustrerà tutte le iniziative che il Codacons ha e sta mettendo a punto per le persone coinvolte dall’ alluvione, compresa quella che coinvolgerà tutti i Comuni interessati dall’ alluvione, la Provincia e la Regione oltre al già annunciato esposto alla Procura. Parteciperanno alla manifestazione L’ avocato Bruno Barbieri, vicepresidente Nazionale del Codacons insieme ad alcuni componenti del Collegio legale Codacons. Tra gli aspetti privilegiati della loro assistenza, quello risarcitorio in primis ma anche tutti gli altri fronti come problemi debitori (banche società finanziarie) assicurativi (sospensione delle polizze) cartelle esattoriali, bollette varie di pagamento, problemi lavorativi, assistenza nella stipula di nuovi contratti finanziari per chi dovesse averne bisogno per riacquistare tempestivamente dei beni, fino ai rapporti con le varie Amministrazioni Pubbliche ed eventuali supporti psicologici e altro. «Insieme – spiega Galli – daremo vita ad una grande battaglia su tutti i fronti, quello politico in primis. Siamo stanchi di politici che ogni volta che accade qualcosa sembrano cadere dal pero come se fossero di ritorno da un lungo soggiorno su Marte. Tutti meravigliati di ciò che è accaduto, ma quando incassavano i loro lauti “stipendi” se lo chiedevano se avevano fatto fino in fondo il loro dovere?» «È bene ricordare che quando i cittadini pagano le tasse, maturano il diritto a ricevere dei servizi. Che i fiumi non allaghino i paesi rientra tra tali servizi». «Se dalle indagini della Magistratura dovessero emergere responsabilità personali, si agisca in via di rivalsa nei confronti di tutti i beni personali degli eventuali responsabili, pronti a costituirci parte civile», ha aggiunto. Il Codacons chiederà formalmente al presidente della Regione, al prefetto, al presidente della Provincia e ai sindaci delle zone interessate, tutti invitati alla manifestazione di sabato, che ogni prossima riunione veda convocato anche il Codacons che come noto è anche associazione ambientalista.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox