12 Agosto 2018

Codacons: “Rischiamo di fallire a settembre, intervenga il governo”

“Dopo oltre 30 anni di battaglie a tutela dei cittadini e migliaia di cause vinte, il Codacons rischia di chiudere e scomparire”. A denunciarlo è la stessa associazione dei consumatori, che ha subito un pignoramento da 300 mila euro da parte dell’ Agenzia delle entrate, con conseguente blocco delle risorse. “Al centro della questione – si legge in una nota – il contributo unificato che il Codacons, in qualità di Onlus, non è tenuta a pagare sugli atti legali portati avanti a difesa della società e della collettività, ma che il fisco italiano continua a richiedere in modo ossessivo fino ad arrivare al recente pignoramento”. Il Codacons, ritiene invece di dover essere esentato da questo tributo, per la natura “sociale” delle sue azioni legali. L’ associazione si appella al ministro dell’ Economia Tria, “affinché intervenga personalmente sul caso salvando il Codacons dall’ estinzione e chiarendo che le associazioni Onlus che portano avanti azioni legali a tutela dei diritti di utenti e consumatori, o in generale iniziative che rientrano nella categoria del sociale, non sono tenute al pagamento del contributo unificato”.

      Previous Next
      Close
      Test Caption
      Test Description goes like this
      WordPress Lightbox