16 Luglio 2013

Codacons: “Porto Cervo è la meta più proibitiva d’ Italia”

Codacons: “Porto Cervo è la meta più proibitiva d’ Italia”

lanuovasardegna.it

PORTO CERVO. Se l’ Italia resta il Paese più costoso dove passare le vacanze, Porto Cervo, in Costa Smeralda, è la località più cara per il prossimo agosto. A stilare la classifica del “top cost” delle mete delle vacanze al mare più proibitive per l’ affitto di appartamenti e ville è il Codacons, che ha comparato i prezzi degli appartamenti con quelli delle strutture alberghiere a 4 stelle. Secondo l’ associazione dei consumatori, soggiornare una settimana ad agosto in un appartamento per 2/4 persone a Porto Cervo “costa mediamente tra i 1.500 e i 3.000 euro, ma si arriva a spendere addirittura 26 mila euro a settimana per una villa con 15 posti letto, mentre per una notte in hotel si spendono dai 180 ai 470 euro. Dopo la Sardegna, seguono Capri, dove per lo stesso soggiorno si spende mediamente tra i 1.000 e i 2.000 euro a settimana, Sorrento (tra 700 e 1.200 euro) e la Riviera ligure. Tra le mete italiane più economiche troviamo invece la Puglia: a Gallipoli affittare una abitazione ad agosto costa in media tra i 400 e 900 euro a settimana”. Raffrontando questi prezzi con le mete estere, l’ Italia perde nettamente il confronto con le località balneari della Grecia, Croazia, Spagna e Turchia dove è possibile spendere meno per trascorrere una settimana di ferie. Il Codacons ha verificato che a Formentera (Spagna) si spende tra i 700 e i 1.300 euro, mentre a Mykonos (Grecia) tra i 450 e i 1.200 euro.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this