8 Settembre 2016

Codacons: «Pista chiusa, i passeggeri chiedano rimborso»

Codacons: «Pista chiusa, i passeggeri chiedano rimborso»

CHIEDETE il rimborso all’ aeroporto Marconi, ne avete diritto. è l’ invito che fa il Codacons regionale ai passeggeri rimasti vittime dei disagi causati dal blocco dei voli avuto al marconi tra le 15,30 e le 20 di domenica scorsa a causa di un aereo che, atterrando, ha danneggiato la pista. «Ogni passeggero paga le tasse aeroportuali – spiega l’ associazione di tutela dei consumatori -, e così matura un diritto al risarcimento del danno, che derivi da qualsiasi disfunzione dello scalo, sia causata da una cattiva gestione dello stesso che da una situazione causata da un soggetto terzo, come nel caso dell’ aereo della compagnia area low cost Pegasus in arrivo da Istanbul». A PARERE del Codacons, quindi, i viaggiatori danneggiati hanno «diritto al risarcimento del danno, o perché dirottati su altri scali o perché hanno subito dei ritardi in partenza da Bologna che hanno comportato a loro volta delle perdite di coincidenze con altri voli, e la conseguente necessità di acquistare altri biglietti aerei o l’ arrivo in ritardo alla meta ultima, con perdite parziali nei soggiorni acquistati». Per questo, sintetizza il Codacons, «la società aeroportuale sarà tenuta al risarcimento del danno, potendosi poi rifare sulla compagnia aerea che ha provocato il danno alla pista di atterraggio». Chi è intenzionato a chiedere un risarcimento «potra’ rivolgersi al Codacons Emilia-Romagna, usando l’ indirizzo e-mail info@codacons.emiliaromagna.it, oppure chiamando il numero verde 800-050800».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox