1 Settembre 2014

Codacons, per i saldi estivi bilancio in calo del 5-8% sul 2013

Codacons, per i saldi estivi bilancio in calo del 5-8% sul 2013

Secondo
l’associazione, la spesa media pro capite non ha superato i 65 euro e
meno di una famiglia su due ha approfittato degli sconti. “Gli 80 euro
non hanno fatto il miracolo, ora bisogna salvare il settore del
commercio”

MILANO –  I saldi estivi di fine stagione si chiudono per i commercianti con vendite in calo tra il 5% e l’8% rispetto al periodo di sconti del 2013. Lo stima il Codacons, calcolando che la spesa media pro capite per i saldi, che terminano in questi giorni dopo essere partiti il 5 luglio scorso, non ha superato i 65 euro.
“Il bonus da 80 euro in busta paga introdotto dal Governo Renzi non ha fatto il miracolo e non ha spinto in alto le vendite in regime di saldi – afferma il presidente Codacons, Carlo Rienzi – il settore dell’abbigliamento soffre in modo particolare i tagli di spesa operati dalle famiglie, che dirottano gli acquisti solo su beni indispensabili e attendono periodi migliori per le altre spese”. Anche le vendite al dettaglio di giugno, ultimo dato diffuso dall’Istat, hanno mostrato che non c’è stata la scossa attesa, anche se – di contro – dall’ultima lettura del Pil (-0,2% nel secondo trimestre) emerge che il contributo dei consumi al Prodotto è positivo, mentre pesa il calo degli investimenti.
Meno di una famiglia su due (il 45% circa) ha approfittato dei saldi per fare qualche acquisto – spiega ancora il Codacons – scegliendo principalmente outlet e centri commerciali, mentre i negozi situati nelle periferie delle grandi città sono
quelli che più di tutti hanno risentito del calo degli acquisti. “Ora il premier Renzi deve fare qualcosa per salvare il settore del commercio”, prosegue Rienzi. “La prima mossa è senza dubbio liberalizzare i saldi, così come avviene nel resto del mondo, in modo da creare molteplici occasioni d’acquisto per i consumatori spalmate su tutto l’anno,  e consentire ai negozianti di scegliere quando e come scontare la propria merce per attrarre clientela”.

 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox