15 Aprile 2012

Codacons ora critica il gip e prepara un altro esposto

Codacons ora critica il gip e prepara un altro esposto

ISOLA DEL GIGLIO «Il gip consente agli avvocati di parlare solo attraverso i consulenti tecnici? E allora i legali per protesta parleranno ai periti con il linguaggio dei segni come i sordomuti». Il Codacons ce l’ ha con il giudice delle indagini preliminari Valeria Montesarchio, a proposito delle operazioni di decrittazione del contenuto della scatola nera e di tutte le altre attività previste dal quesito formulato in occasione dell’ apertura dell’ incidente probatorio. Codacons parla di un provvedimento «assurdo». «Il gip – scrive l’ associazione dei consumatori – che prima ha escluso gli avvocati delle parti, poi ha deciso che aveva sbagliato a escluderli e li ha riammessi ma senza la facoltà di parlare, disponendo che i legali possano comunicare solo attraverso periti e consulenti. Una decisione che appare incomprensibile sotto tutti i punti di vista. Gli avvocati del Codacons preannunciano quindi una singolare forma di protesta : si rivolgeranno ai Ctu con il linguaggio dei sordomuti». Di questo, ma anche di altri aspetti, l’ associazione presieduta da Carlo Rienzi parlerà domattina alle 12,30 al porto di Civitavecchia, in una conferenza stampa. Perché lunedì lì c’ è un’ altra tappa delle operazioni peritali: alle 11 i quattro periti nominati dal Tribunale di Grosseto e i consulenti tecnici del Codacons potranno salire a bordo della nave Costa Serena, gemella della Concordia, allo scopo di visionare la plancia e la strumentazione di bordo. E al termine delle operazioni,gli avvocati del Codacons e i periti dell’ associazione incontreranno la stampa ai piedi della Costa Serena, per fornire le ultime novità sul processo e illustrare un nuovo esposto contro la Capitaneria di Porto. «C’ è un giallo relativo alla scarola nera della Concordia, che già alcuni giorni prima del naufragio risultava non funzionante, circostanza dimostrata anche da una serie di comunicazioni tra la Costa Crociere e la società addetta alla manutenzione tecnica delle strumentazioni di bordo».
 
 

 
 

 

 

 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this