17 Novembre 2020

Codacons Nuovo esposto in Procura

 

Dopo il primo esposto il Codacons va di nuovo in Procura. E lo fa dopo un’ intervista a un medico ospedaliero di Perugia trasmessa dal Tg1 e che finisce ora al vaglio della Procura della Repubblica. «Nel servizio in questione lo specializzando – afferma il Codacons -, che dall’ inizio dell’ emergenza coronavirus lavora nei reparti di terapia intensiva, parla senza mezzi termini di decisioni “umanamente difficili” tra chi “riesce ad ottenere un letto in terapia intensiva e chi invece deve rimanerne fuori”, lasciando poi intendere che l’ età dei pazienti che arrivano in ospedale e le condizioni di salute degli stessi sarebbero elementi su cui i medici basano la loro decisione. Una circostanza che se confermata – aggiunge l’ associazione -, sarebbe gravissima e potrebbe configurare possibili reati penali, in quanto l’ età dei pazienti non può essere in nessun caso una discriminante per le cure mediche obbligatorie che gli ospedali devono prestare – spiega il Codacons». Per tale motivo l’ associazione invia una nuova istanza alla Procura di Perugia.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox