3 Aprile 2020

Codacons: “Mai stati contrari alle donazioni benefiche”

Il Codacons non è e non è mai stato contro le donazioni. Al contrario proprio per incentivare i cittadini a donare si è attivato anche in passato per garantire la trasparenza delle varie raccolte fondi che, purtroppo, non sempre sono avvenute nel rispetto della legalità (si veda il caso delle inchieste della magistratura sui fondi raccolti per le alluvioni degli scorsi anni). In tale ottica siamo intervenuti in merito alla pronuncia dell’ Antitrust che ha dichiarato ingannevoli alcuni aspetti della piattaforma GofundMe, utilizzata da Fedez, chiedendo sia che le commissioni dall’ Antitrust ritenute ingannevoli fossero restituite ai donatori, sia che tali iniziative private fossero sottoposte alla vigilanza della Protezione civile. E ciò non certo per bloccare tutte le raccolte fondi (come sostenuto dalla bufala creata ad hoc da Fedez) ma al contrario per dare certezze e garanzie a chi, in buona fede, si priva dei propri soldi per sostenere la Sanità italiana. In merito alle donazioni in favore al Codacons, da sempre la nostra associazione lancia sul proprio sito campagne simili legate ai temi di attualità: siamo una onlus e sopravviviamo grazie al supporto dei nostri sostenitori. Non ci ha mai sfiorato l’ idea di pubblicare banner con donazioni da destinare alla Sanità. Come spiegato con trasparenza sul nostro sito le donazioni servivano a finanziare l’ intensa attività legale del Codacons durante questa emergenza in cui i diritti dei cittadini necessitano di una maggiore tutela, e per spiegare meglio cosa abbiamo fatto abbiamo modificato la pagina inserendo l’ elenco di azioni, ricorsi, denunce (tra cui la diffida che ha fatto avviare la sperimentazione sul farmaco antiartritico) da noi promossi in tema di Coronavirus, così da garantire maggiore trasparenza ai cittadini. Giuseppe Ursini, Pres. Codacons.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox