2 Novembre 2005

Codacons, l`estinto è davvero `caro`

L`associazione dei consumatori ha confrontato le tariffe
nelle grandi città: prezzi lievitati del 20% dal 2001

Codacons, l`estinto è davvero `caro`
almeno 3.500 euro per un funerale

Spese più alte a Palermo che a Torino

ROMA – Se si vuole risparmiare, meglio rivolgersi ai servizi comunali. Le imprese private chiedono almeno 3.500 euro per un funerale, compresi necrologi e avvisi mortuari. Le tariffe dei Comuni sono rimaste invece invariate dal 2001. Il Codacons, l`associazione che difende i consumatori, ha condotto una ricerca nelle grandi città italiane. Negli ultimi quattro anni i prezzi medi dei servizi funebri sono aumentati del 15-20%.

Per rendere pubblici i risultati, il Codacons non ha scelto un giorno a caso, ma il lungo week end di Ognissanti. Mentre l`Italia intera visita i camposanti per commemorare i defunti e, almeno per un paio di giorni, il pensiero è più vicino all`aldilà, gli analisti dell`associazione richiamano l`attenzione sul grande affare delle imprese funebri.

Minimo 3.500, massimo 20.000 euro: il prezzo di un funerale dipende dai particolati. Il mercato offre ogni tipo di bara, anche con rifiniture in oro. L`extralusso comprende i carri funebri trainati da cavalli, la cena per i parenti, le figuranti che si tirano i capelli per la disperazione durante la veglia. Full optional: 20.000 euro. Se si sceglie qualcosa di più contenuto il prezzo scende ma mai sotto i 3.500 euro.

Il Codacons ha fatto una scheda puntuale sulle spese: trasporto in carro funebre, 1.000 euro; bara, 900; corone, 250; partecipazioni, 90; necrologi sui giornali, 500; avvisi mortuari, 350; sacerdote officiante, 100.

E poi c`è il salasso della tomba al cimitero: “L`unico sconto – scrive l`associazione dei consumatori – si ottiene in quei comuni dove funzionano servizi cimiteriali pubblici. La tariffe dei comuni sono rimaste invariate dal 2001, mentre quelle applicate dalle agenzie private sono lievitate anche del 20% negli ultimi quattro anni“.

E se proprio bisogna morire, il Codacons consiglia di farlo al nord: secondo l`indagine, c`è una differenza sensibile tra le tariffe applicate al centro-nord e quelle in vigore al Sud. Morire a Palermo costa più caro che a Torino.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox