fbpx
1 Luglio 2019

Codacons «Gli studenti rischiano annullamento esami e lauree: pronti a sostenerli»

Gli studenti che hanno tenuto esami o discusso tesi di laurea con i professori coinvolti nello scandalo rischiano di dover ripetere le prove sostenute. Lo afferma il Codacons, pronto alla battaglia legale nell’ ateneo di Catania e nelle altre Università coinvolte: «E’ evidente – spiega il presidente nazionale, Carlo Rienzi – che se professori senza alcun merito e nominati sulla base di atti illeciti hanno esaminato studenti durante esami e lauree, tutte le prove universitarie da essi vidimate decadono automaticamente, perché basate su un presupposto di illegalità».«Gli studenti – prosegue – rischiano così di subire loro malgrado un danno enorme a causa dello scandalo portato alla luce dalla magistratura, e hanno tutto il diritto di rivalersi sui soggetti responsabili di tale situazione».Il Codacons, che si costituirà parte offesa nell’ inchiesta penale, chiederà quindi «di valutare l’ illegittimità di esami e lauree che vedono coinvolti professori nominati in assenza di merito e requisiti», e assisterà gli studenti «per le dovute azioni risarcitorie nei confronti degli atenei e dei docenti che saranno ritenuti colpevoli».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox