1 Agosto 2018

Codacons diffida Regione e Comuni: ‘Pulite i torrenti’

 

“Ci troviamo dinnanzi una situazione di concreto pericolo sia per l’ ambiente ma anche per la salute pubblica”. Questo è quanto denuncia il Codacons che punta il dito contro la mancata bonifica dei torrenti e dei fossi minori. Lungo i corsi d’ acqua, oggi, si rinviene di tutto – afferma Francesco Di Lieto vicepresidente nazionale del Codacons – dai materiali di risulta ai materassi, dagli pneumatici alle lastre di amianto. Visto che, oramai, non sentiamo parlar d’ altro che di “bombe d’ acqua improvvise”, sarebbe il caso di passare dalle parole ai fatti ed eseguire serii interventi di bonifica, senza attendere il verificarsi di tragedie. L’ Associazione chiede alla Regione ed a tutti gli Enti Locali di porre in essere “capillari interventi di pulizia di torrenti e fossi dalla vegetazione spontanea e da tutti quei rifiuti irresponsabilmente abbandonati, che finiscono per costituire un pericoloso ostacolo per il deflusso delle acque”, ognuno per quanto di propria competenza. Non possiamo attendere la stagione autunnale lasciando ammassare rifiuti di ogni genere lungo i corsi d’ acqua i quali sono pronti a tracimare drammaticamente al primo temporale. “Stigmatizziamo il comportamento criminale di chi abbandona spazzatura ovunque e lanciamo un appello affinché i Cittadini rispettino scrupolosamente la raccolta differenziata – prosegue Di Lieto – nel contempo invitiamo chi dovesse assistere ad episodi di inciviltà a denunciarli, immediatamente e senza alcuna remora, alle Autorità competenti ovvero direttamente al Codacons, che garantisce il più assoluto anonimato, all’ indirizzo info@codacons.it o codaconscalabria@gmail.com. Dev’ essere chiaro che l’ abbandono di rifiuti è un reato, ed anche tra i più abietti. Pertanto chi abbandona spazzatura lungo strade o corsi d’ acqua dev’ essere duramente punito e gli Enti locali hanno l’ onere di contrastare questi odiosi reati, individuando e sanzionando chiunque li commetta. In attesa di un monitoraggio dei punti sensibili da parte delle Forze dell’ Ordine, dell’ installazione di sistemi di videsorveglianza o, più semplicemente, della collaborazione e delle denunce da parte dei Cittadini, sollecitiamo gli Enti locali ad immediati interventi di manutenzione prima che sia troppo tardi. In fondo se i fiumi sono puliti – conclude la nota del Codacons – le spiagge saranno ancora più belle.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this