15 Febbraio 2018

Codacons contro De Falco: «Non è un eroe»il caso

 

Il Codacons attacca la candidatura al Senato nelle file del M5s di Gregorio De Falco, il capitano di fregata della Guardia costiera che gestì nella notte tra il 13 e il 14 gennaio 2012 i soccorsi dopo il naufragio della Costa Concordia all’ Isola del Giglio. E lo fa mettendo a disposizione i verbali delle udienze del processo penale a carico di Francesco Schettino, il comandante della nave da crociera che naufragò nelle acque della Toscana provocando 32 morti. «Dalla lettura dei verbali dell’ esame del capitano De Falco svolto nel processo penale – dicono dal Codacons – è emerso come egli si sia immotivatamente confrontato in termini aggressivi con Schettino, abbia omesso di attivarsi al fine di ottenere complete informazioni per svolgere al meglio il coordinamento, abbia gestito con superficialità le operazioni di soccorso, abbia impartito ordini errati, abbia accusato falsamente di un reato un pubblico ufficiale».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox