1 Giugno 2002

Codacons contro Schumacher

il caso

Maxirichiesta di risarcimento: un milione di euro

Codacons contro Schumacher

«Fa pubblicità alle sigarette»




ROMA Un milione di euro sotto forma di risarcimento. E` la somma chiesta a Michael Schumacher dal Codacons – è detto in una nota – per la pubblicità ad un noto marchio di sigarette fatta «apparendo in pubblico o rilasciando interviste con indosso un abbigliamento consistente in una tuta, la stessa utilizzata per le gare, e talora anche un berretto dove sono riprodotti colori e marca di sigarette».
L` associazione di utenti e consumatori, impegnata da tempo in una battaglia contro il tabagismo, ha citato il pilota della Ferrari davanti al giudice di pace civile di Roma il quale, ha precisato Carlo Rienzi, presidente del Codacons, fisserà nei prossimi giorni la data dell` udienza e notificherà a Schumacher l` atto di citazione. Spiegando i motivi dell` azione legale, il Codacons afferma che è «lecito presumere che Schumacher abbia un probabile tornaconto patrimoniale da tale forma di pubblicità» e che «si presti volontariamente e dolosamente a violare la legge». «Se si considera – prosegue la nota – che tra i fans del campione ci sono soprattutto i giovanissimi di età compresa tra i 14 e i 18 anni e che il consumo dei prodotti del tabacco è causa di decessi (90 mila morti in Italia 500 mila in Europa) nonchè fonte di gravi malattie di natura cancerogena, cardiovascolare e respiratorie, Schumacher potrebbe essere considerato tra i responsabili dei danni sociali e sanitari derivanti dal consumo e dalla vendita e pubblicità dei prodotti del tabacco»..

Il Codacons rende noto infine di aver denunciato Gad Lerner e Giuliano Ferrara alla Procura della Repubblica di Roma per avere acceso una sigaretta durante la puntata di giovedì della trasmissione «8 e mezzo».

    Aree Tematiche:
  • FUMO
Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox