11 Febbraio 2008

Codacons, caro-calcetto: + 93% in sette anni

Gli amanti del calcetto dovranno allenarsi a dribblare il caro-campi: negli ultimi sette anni il costo dell`affitto è aumentato del 93%. Dopo il caro-petrolio, il caro-casa e il caro-bollette, gli italiani si trovano ora con la calcolatrice in mano anche per praticare lo sport nazionale preferito. Lo rivela il Codacons che ha svolto un`indagine a Roma e a Milano, monitorando le tariffe praticate da numerosi centri sportivi, per analizzare come è variato il costo dell`affitto di un campo da calcetto e da tennis negli ultimi 7 anni. Indossare gli scarpini per un`ora durante il giorno costa sia a Roma che a Milano 50 euro. Se poi la partita viene giocata di sera, con l`ausilio delle luci, l`affitto sale a 64 euro l`ora per Milano (+54,9% rispetto al 2001) e a 60 euro per Roma (+45% rispetto al 2001). Aumenti del 93,7% anche per il Tennis, soprattutto se praticato in terra rossa: il campo in erba sintetica è aumentato del 55,3% a Milano e dell`82,9% a Roma. “Come avvenuto in molti altri settori – ha spiegato il presidente del Codacons, Carlo Rienzi – in diversi casi le tariffe sono state praticamente raddoppiate. Ciò, unito all`aumento del costo della vita, ha determinato una netta diminuzione del numero di cittadini che possono permettersi con una certa regolarità qualche ora di svago e di sport. La percentuale di utenti che affittano almeno una volta a settimana un campo per una partita a tennis o a calcetto, infatti, è diminuita negli ultimi sette anni di circa il 25%“.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox