19 Febbraio 2010

Codacons annuncia ricorso al Tar per aspettativa Csm a Nicastro

BARI – Il Codacons e l’ Associazione Utentidella Giustizia annunciano ricorso al Tar per la decisione odierna del Consiglio superiore della magistratura di concedere l’ aspettativa per motivi elettorali al pm barese Lorenzo Nicastro, candidato per le prossime regionali con Idv. Lo annuncia il Codacons, sottolineando che le due associazioni ritengono il provvedimento del Csm "lesivo della credibilità della magistratura e del buon andamento della giustizia in base all’ art.97 della Costituzione". In una nota si ricorda che un analogo ricorso, oggi pendente dinanzi al Tar del Lazio, venne presentato in occasione della candidatura di Luigi De Magistris, contro "il nulla osta del Csm al magistrato senza imporre il divieto di reingresso dopo il mandato politico". Oggi le due associazioni – è detto in una nota – avevano inviato una istanza diffida al Csm perchè non desse "il nulla osta per la candidatura del pm Nicastro che, tra l’ altro, ha indagato nello stesso distretto dove dovrebbe candidarsi contro i suoi futuri avversari politici". "Il Codacons ritiene – si aggiunge nella nota – che, in un caso del genere, la credibilità della magistratura sia in gioco, venendo meno il principio di terzietà e di estraneità all’ ambiente del magistrato, che impone di evitare rischi di strumentalizzazione delle indagini svolte con il cappello del pubblico ufficiale e a conoscenza di fatti coperti ancora dal segreto istruttorio e relativi a personaggi con cui deve competere alle elezioni".
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox