10 Gennaio 2002

Coda in banca per l`euro, partono le cause

Una signora chiede danni per 2 milioni alla Banca di Roma: dopo un`ora di attesa ha rinuncato a farsi servire.

Coda in banca per l`euro, partono le cause

L`Istat rinvia di una settimana la rilevazione dei prezzi nelle città

Prima causa davanti a un giudice (di pace) per la fila in banca a causa dell`euro. Lamentando «danno biologico e stress da fila» la signora T. S. ha citato in giudizio la Banca di Roma chiedendo un risarcimento di 2 milioni (di lire) per essere stata costretta ad attendere un`ora nella filiale capitolina di via Appia Nuova e a rinunciare al servizio per eccessiva stanchezza.

Data notizia del ricorso giudiziario, l`associazione di tutela dei consumatori Codacons fornisce inoltre alcuni consigli per evitare disagi agli sportelli. Pretendere innanzitutto che un`ora prima della chiusura gli addetti delle banche e delle poste forniscano a chi entra un numero d`ingresso: avvisare le forze dell`ordine telefonando al 112 o 113 in caso di amncata numerazione all`ingresso; chiedere un risarcimento danni se, una volta accettati dalla banca o ufficio postale e ricevuto il numero di ingresso, ci si vede rifiutati allo sportello perché l`orario di servizio è terminato (la banca o le Poste sono tenuti a servire il cittadino una volta che questi è stato ammesso negli uffici); in caso di attesa superiore ai 30 minuti, anche fuori dagli uffici, preoccuparsi di “recuperare“ due testimoni (con nome e indirizzo) in vista di azioni di risarcimento).[…]

    Aree Tematiche:
  • EURO
Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox