21 Aprile 2018

Clima pazzo, ponte al mare e piste da sci ancora aperte

`per il 25 aprile oltre otto milioni di italiani in vacanza per un giro d’ affari di 3 miliardi `c’ è chi farà il bagno e chi andrà sulla neve ma salgono anche i prezzi: più 15% in un anno
IL CASO ROMA Complice il bel tempo e i ponti di primavera alle porte, sono milioni gli italiani che programmano le prime gite fuori porta della stagione. Tra le mete preferite spiccano le città d’ arte ma, grazie all’ anticiclone Apollo che ha fatto impennare le temperature in questi giorni, a riempirsi saranno anche le spiagge. Il sole accompagnerà senza dubbio gli italiani per il ponte di mercoledì 25 aprile. A rischio invece chi sfrutterà quello del primo maggio, che potrebbe incontrare qualche peggioramento. L’ arrivo delle correnti instabili nordeuropee però, dovrebbe assicurare una bella chiusura della stagione sciistica. Sebbene le previsioni del meteo non diano la certezza di un ponte con il sole, secondo Federalberghi saranno quasi 8 milioni gli italiani che si muoveranno per la festa della Liberazione, con un giro d’ affari che arriverà a sfiorare i 3 miliardi di euro. Qualche migliaio in meno gli italiani in giro per il primo maggio, 7 milioni e 517 mila faranno i turisti approfittando del calendario favorevole. IN FAMIGLIA E FUORI La maggior parte sfrutterà i pochi giorni di vacanza per restare in famiglia: le case di amici e parenti, secondo l’ indagine, sono le strutture ricettive preferite in questo ponte, a seguire alberghi e altre sistemazioni. Nonostante le innumerevoli offerte messe sul piatto dalle compagnie aeree, a ingolosire gli italiani è soprattutto la prospettiva del primo bagno al mare. Per chi non se la sente di affrontare la prova costume in anticipo le città turistiche restano la metà più gettonata. Per il centro studi turistici di Firenze tra il 25 aprile e il 1 maggio le località di interesse storico-artistico registreranno oltre 4,3 milioni di presenze, in aumento dell’ 1,5% rispetto allo scorso anno. Roma, Venezia e Firenze guidano la classifica delle città più gettonate, seguite da Napoli, Bologna, Torino, Matera, Mantova, Milano e Palermo. Un vero e proprio boom che ha portato alla prenotazione di oltre l’ 80% della camere disponibili online, e il numero dovrebbe salire nei prossimi giorni. Ma le buone notizie arrivano anche per gli irriducibili della neve e dello sci: quest’ anno c’ è l’ imbarazzo della scelta. Oltre alle più classiche Alpi, grazie al clima favorevole in montagna potrebbero restare aperte anche le piste di Campo Imperatore sul Gran Sasso, replicando il successo delle vacanze pasquali. In ogni caso bisognerà sempre tenere sotto controllo i bollettini meteo e fare attenzione al pericolo valanghe. Il rischio è infatti accentuato dai rialzi delle temperature e per lo stesso motivo è sempre meglio evitare di avventurarsi fuori pista. I PREZZI IN SALITA «Il giro di affari legato al movimento dei ponti primaverili – spiega il presidente di Federalberghi Bernabò Bocca – conferma i segnali di ripresa che stanno facendo bene al settore». Secondo il Codacons la risalita dell’ economia turistica va però di pari passo con quella dei rincari. L’ associazione dei consumatori ha reso noto che la spesa complessiva prevista da ogni italiano per questa breve parentesi vacanziera segnerà un incremento del 15% rispetto allo scorso anno. Gli aumenti principali riguarderanno carburanti, biglietti aerei, pacchetti vacanze, villaggi e tutti i servizi legati ai viaggio. Rincari che però non fermeranno la voglia di sole degli italiani. Francesco Malfetano © RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox