3 Maggio 2013

Claut candidato in vista del cda Frenano i mutui

Claut candidato in vista del cda Frenano i mutui

 

Non è un contenzioso ma quasi. Vitto Claut, avvocato pordenonese e presidente del Codacons, quale socio della Bcc Pordenonese aveva avanzato una serie di richieste volte a modificare lo statuto della Banca anche in vista del rinnovo del cda previsto per domenica. Richieste che non sono state accolte dall’ attuale consiglio, e per questo Vitto Claut ha deciso di candidarsi alle elezioni del nuovo cda. «Le richieste non sono state accolte – spiega il presidente Pietro Roman – perché le deliberazioni del cda su, ad esempio, una richiesta di finanziamento, le ragioni del diniego o dell’ accoglimento… siano materia delicata e riservata. Così come la divulgazione dell’ indirizzo mail dei soci richiede, quantomeno, una preventiva autorizzazione. Non conveniamo nemmeno sulla proposta di togliere dallo statuto ogni riferimento alla dottrina sociale della chiesa che non è un elemento discriminante nè lo è mai stato, come dimostrano i soci di altre confessioni religiose presenti nella compagine della Bcc». Intanto mutui per le abitazioni in flessione anche per la Bcc Pordenonese, con un -1,8% nei conti del 2012. E questo non perché le pratiche proposte abbiano ottenuto come risposta un rifiuto, quanto perché effettivamente la domanda è in calo. «Non c’ è certezza del posto di lavoro – spiega Pilosio, direttore della Bcc Pordenonese – e quindi le famiglie non si espongono in investimenti a lungo termine. Per questo stiamo mettendo a punto uno speciale prodotto in grado di rimettere in moto il mercato tutelando tutti».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox