9 Dicembre 2015

Classi sovraffollate, la Cgil: anche agli asili

Classi sovraffollate, la Cgil: anche agli asili

BUDOIA Il Codacons, il Coordinamento nazionale delle associazioni per la difesa dei diritti degli utenti e dei consumatori, le definisce senza mezzi termini “classi-pollaio”. Il sindacato Flc Cgil le ha contate, riferendosi alle segnalazioni di organico dei dirigenti scolastici: anche nel Friuli occidentale, pure a Budoia. «Nella scuola d’ infanzia statale ci sono sezioni con 29 bambini iscritti di media – hanno spiegato i sindacalisti della Flc Mario Bellomo e Gianfranco Dall’ Agnese – Le scuole pordenonesi soffrono da anni del sovraffollamento: vanno divise le sezioni nelle materne e le classi con troppi alunni». L’ anno scolastico 2015-2016 presenta qualche problema da questo punto di vista nel pordenonese. Ma non ci sono soltanto le materne. Le classi sovraffollate riguardano anche le altre scuole, sino alle superiori. Trenta studenti nelle classi superiori («Al liceo Le Filandiere a San Vito al Tagliamento ci sono anche classi di 31 ragazzi» ha evidenziato Bellomo) e nelle secondarie di primo grado: è il caso dell’ istituto comprensivo a Cordovado, con una media di 27 allievi. «Numeri esagerati anche nelle sezioni d’ infanzia a Budoia – ha incalzato Dall’ Agnese -Il problema delle sezioni sovraffollate è soprattutto didattico. Con 29 alunni, di media, si perde la capacità di un’ azione didattica individualizzata. E’ impossibile seguire tutti con interventi speciali se vi sono difficoltà di apprendimento o inserimento». Le maestre danno il massimo: è il fattore aggiunto che salva la scuola, pure nella Pedemontana. «Le sezioni sovraffollate fanno elevare anche il tasso dell’ insicurezza in dieci scuole provinciali» hanno segnalato allo sportello sindacale. Chiara Benotti ©RIPRODUZIONE RISERVATA.
chiara benotti
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox