30 Ottobre 2010

Class Action del Codacons per recuperare i soldi indebitamente versati all’ONAOSI.

Completamente gratis recupera i soldi indebitamente versati all’ONAOSI con la Class Action del Codacons e presentando RICORSO per DECRETO INGIUNTIVO!

Gentile Dottore,

abbiamo il piacere di comunicarLe che il CODACONS – Coordinamento delle associazioni e dei comitati per la tutela dell’ambiente ed i diritti dei consumatori e degli utenti – sta promuovendo una class action e un’azione giurisdizionale (ricorso per decreto ingiuntivo) per il recupero dell’importo dei contributi indebitamente versati all’ONAOSI – Opera nazionale assistenza orfani sanitari italiani – in base all’art. 2 lettera E) della Legge n. 306/1901.

Difatti la Corte Costituzionale con sentenza n. 190/2007 ha dichiarato incostituzionale l’art. 2 lettera E) della Legge istitutiva dell’ONAOSI (L. 306/1901) per contrasto con l’art. 23 Cost., con la conseguenza che l’importo dei contributi versati negli anni 2003 – 2004 – 2005 – 2006 e 2007 è suscettibile di ripetizione in quanto indebitamente incassato dalla predetta Fondazione.

Oltre alle numerose sentenze con le quali sono state annullate le cartelle esattoriali con le quali l’ONAOSI pretendeva il pagamento di crediti relativi al mancato versamento dei contributi, recentemente una sentenza del Tribunale civile del 26 settembre 2008 ha condannato la predetta Fondazione, in disparte l’emissione di un titolo esecutivo, alla restituzione in favore dei contribuenti di quanto indebitamente ricevuto a titolo di contributo per gli anni 2003, 2004, 2005 e 2006 oltre interessi legali dalla notifica del ricorso alla controparte e fino al soddisfo (1) .

Ciò posto la scrivente Associazione, dopo l’azione “medici specializzandi” che ha riscosso numerosissimi consensi in tutta Italia, conferma l’interessamento e l’impegno per la tutela dei diritti della categoria dei sanitari ed a tal fine ha deciso di premiare la fiducia da Lei manifestataci proponendoLe di aderire COMPLETAMENTE GRATIS (2) ad una class action e al RICORSO PER DECRETO INGIUNTIVO contro l’ONAOSI, volto al recupero del Suo credito consistente nell’importo dei contributi (da euro 72,45 a euro 652,45) da Lei indebitamente versati negli anni 2003-2007.

Aderire alla Class Action è molto semplice:

basta connettersi al sito
http://www.termilcons.net/index.php?pagina=page_publicForm&idForm=55&css=1
compilare il form e seguire le istruzioni ricevute successivamente via mail, dunque procedere alla compilazione ed all’invio dei moduli.

Le anticipiamo che ai fini del positivo risultato dell’azione E’ NECESSARIO che Lei ci invii anche le copie delle Sue buste paga relative agli anni 2003, 2004, 2005, 2006 e 2007, dalle quali si evince il versamento all’ONAOSI dei suddetti contributi.

LA CLASS ACTION E ANCHE L’AZIONE (ricorso per emissione di decreto ingiuntivo) SONO COMPLETAMENTE GRATUITE.(3)

La Class Action di cui al D.Lgs 198/09 serve per imporre al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali l’adozione di appositi atti generali diretti ad obbligare l’Onaosi a non richiedere più l’illegittimo contributo per il futuro Per il recupero degli arretrati è necessaria l’azione individuale di cui vi informeremo successivamente.

nota1:
Si legge nella sentenza: “…la decisione della controversia concerne una mera questione di diritto, ossia la legittimità della pretesa creditoria della ONAOSI nei confronti del ricorrente a titolo di quota associativa. Sul punto si è recentemente pronunciata la Corte Costituzionale con sentenza n. 190 del 05.06.2007, con la quale è stata dichiarata l’illegittimità costituzionale dell’art. 2 lettera E) della Legge n. 306/1901 quale sostituito dall’art. 52 comma 23 della Legge 289/2002 nella parte in cui prevede che la misura del contributo obbligatorio di tutti i sanitari iscritti agli ordini professionali italiani è stabilita dal Consiglio di Amministrazione dell’ONAOSI, con regolamenti soggetti ad approvazione dei Ministeri vigilanti. …. Alla stregue delle sopra esposte considerazioni, in accoglimento della domanda, l’ONAOSI va condannata alla restituzione della somma di euro …., indebitamente versata dal ricorrente a titolo di quota associativa per gli anni dal 2003 al 2006, oltre interessi legali dalla notifica del ricorso alla controparte e fino al soddisfo….”.

Nota 2:
Le spese e gli onorari sono a carico dell’ente TERMILCONS che agisce per incarico del CODACONS.

Nota 3:

Le spese e gli onorari sono a carico dell’ente TERMILCONS che agisce per incarico del CODACONS.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox