30 Marzo 2016

Class action contro il precariato

Class action contro il precariato

DOPO l’ azione avviata a tutela dei lavoratori della scuola il Codacons lancia una nuova azione collettiva riservata ai precari del settore sanità della Basilicata. L’ associazione intende far valere una recente sentenza della Corte di Cassazione: «che ha riconosciuto i diritti dei lavoratori precari degli ospedali pubblici, stabilendo che le aziende sanitarie non possono ricorrere al continuo rinnovo dei contratti a tempo determinato senza assumere personale tramite concorso». L’ asso ciazione spiega che secondo i supremi giudici: «in caso di abuso di contratti a termine da parte di una pubblica amministrazione, il dipendente ha diritto al risarcimento del danno da “perdita di chances lavorative”». Per questo spiega che «tutti i lavoratori a tempo determinato impiegati presso le Aziende sanitarie pubbliche della Basilicata con contratti a termine che abbiano superato – nella loro durata complessiva – i 36 mesi (comprensivi di proroghe e rinnovi), possono ora aderire all’ azione collettiva lanciata dal Codacons, e ottenere l’ as sunzione a tempo indeterminato, il riconoscimento dell’ anzianità di servizio e il risarcimento del danno fino a un massimo di 50.000 euro».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox