1 Gennaio 2010

Class action/ Consumatori: Creare fronte unito contro le banche

Roma, 1 gen. (Apcom) – Per vincere la “battaglia” della class action contro le banche bisogna creare un “vasto fronte associativo”. Lo affermano Adusbef e Federconsumatori dopo l’ iniziativa del Codacons di avviare la prima azione collettiva italiana contro Intesa Sanpaolo e Unicredit. “Ad Adusbef e Federconsumatori – affermano i presidenti Elio Lannutti e Rosario Trefiletti – fa molto piacere che altre associazioni di consumatori vogliono aprire una vertenza di class action nei confronti del sistema bancario, e specificatamente su questa vicenda delle commissioni di massimo scoperto certificate dall’ Antitrust su denunce delle nostre associazioni”. Infatti “è una battaglia che Adusbef e Federconsumatori fanno da anni nel nostro paese contro i comportamenti vessatori delle banche nei confronti della clientela, e per queste motivazioni non hanno mai aderito, e sono le uniche associazioni, al protocollo PattiChiari con l’ Abi”. “Lo stesso giorno – evidenziano Lannutti e Trefiletti – che è uscita la certificazione dell’ Antitrust su tali vergognosi comportamenti annunciammo la messa in campo delle strumento della class action. Ma sia per la delicatezza della questione sia perchè è la prima volta che nel nostro paese si possono utilizzare strumenti simili, sentiamo l’ esigenza di una analisi ben più precisa, ben più approfondita e massimamente circostanziata, al fine di non fare il gioco delle parti di cui si vogliono contrastare comportamenti scorretti”. “Anche per questo – concludono Adusbef e Federconsumatori – considereremmo positivo la costituzione di un vasto fronte associativo per una battaglia non solo da farsi, ma da uscirne vittoriosi”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox