23 Dicembre 2010

CLASS ACTION: CODACONS CONTRO UNICREDIT SU COMMISSIONI MASSIMO SCOPERTO

    IL PROCURATORE CHIEDE CHE L’AZIONE DEI CONSUMATORI SIA DICHIARATA AMMISSIBILE IL TRIBUNALE DECIDERÀ NELLE PROSSIME SETTIMANE

    Entra nel vivo la class action promossa dal Codacons, relativa alle commissioni bancarie di massimo scoperto applicate da Unicredit. Nello specifico l’azione del Codacons poggia sulle rilevazioni dell’Antitrust secondo le quali la banca avrebbe compensato l’eliminazione della commissione di massimo scoperto introducendo nuove e più costose commissioni a carico degli utenti (anche 15 volte più care rispetto al massimo scoperto). Comportamento illegittimo che produce un danno economico ingente ai consumatori, come dimostrato anche dall’Autorità della concorrenza e del mercato.
    Oggi, presso l’ottava sezione civile del Tribunale di Roma dinanzi al Presidente Claudio Santamaria e al relatore Paola D’Ovidio, il Procuratore della Repubblica presente in udienza, pm Francesca Loy, ha chiesto che sia dichiarata ammissibile l’azione dei consumatori.
    Il Codacons attende con fiducia la decisione prevista nelle prossime settimane.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox