6 Giugno 2015

CLASS ACTION: BOSCHI AGLI INDUSTRIALI, CORREZIONI IN SENATO

    CLASS ACTION: BOSCHI AGLI INDUSTRIALI, CORREZIONI IN SENATO

    CODACONS: GOVERNO PRONTO A PIEGARSI ALLE RICHIESTE DI CONFINDUSTRIA. NULLA CAMBIA RISPETTO AL PASSATO, VINCONO SEMPRE LE LOBBY 

    Il Governo è pronto a piegarsi alle richieste di Confindustria, dimostrando che nulla cambia rispetto al passato e che l’esecutivo rimane vittima di lobby e poteri forti.
    Lo denuncia il Codacons, commentando l’annuncio del ministro Maria Elena Boschi circa le modifiche alla legge sulla class action.
    “Il rischio concreto è che il Governo si pieghi agli interessi di imprese e industrie, le quali da sempre ostacolano con ogni mezzo possibile una class action davvero efficace a tutela dei consumatori – spiega il Presidente Carlo Rienzi – Così facendo gli interessi degli utenti vengono nuovamente schiacciati dai poteri forti, e i cittadini dovranno accontentarsi di una class action pasticciata e inutilizzabile, lontana anni luce da quell’azione collettiva in vigore negli Stati Uniti e nel resto del mondo che punisce in modo reale gli operatori scorretti e funge da deterrente per comportamenti lesivi dei diritti dei consumatori”.
    Invitiamo il M5S, la Lega e i dissidenti del Pd a non votare in Senato le modifiche ordinate da Confindustria – conclude il Codacons – e siamo pronti a pubblicare l’elenco dei Senatori che cederanno alle richieste di imprese e industriali, così da informare i cittadini elettori su chi non fa i loro interessi, e a denunciare Confindustria per violenza a organo collegiale qualora saranno accertate illecite azioni di pressione.

      Previous Next
      Close
      Test Caption
      Test Description goes like this
      WordPress Lightbox