4 Giugno 2003

CLAMOROSO: L?ETI SCONFITTO DAL CODACONS!

    L?ANTITRUST, CON IL PROVVEDIMENTO 20319 DEL 29.5.03, SANZIONA L?ENTE TABACCHI PER LA PUBBLICITA? EROTICA DEI PRODOTTI DA FUMO PER LA PRIMA VOLTA L?ETI VIENE PUNITO PER LA PUBBLICITA? DEI PROPRI PRODOTTI

    CODACONS `Codacons: Sportello FUMO

    “Di nuovo disponibile per Natale il maxi Toscano dell`ETI, IL GIGANTE ITALIANO“?“Se non l`hai mai visto non te l`aspetti così “over size“ il Moro, il sigaro magnum di dimensioni straordinarie – 23,5 cm – considerato l`eccellenza dei Toscani e già diventato un mito per gli appassionati estimatori dei sigari“?? si consiglia di prenotare per tempo dal proprio tabaccaio questa “seconda edizione“ perché anche il Moro 2001 sarà “a tiratura limitata“ – ne sono stati prodotti solo quattromila pezzi, commercializzati a £ 50.000 l`uno ( Euro 25,82) – e c`è il rischio che non tutti i fumatori interessati riescano ad acquistarlo, specialmente dopo il successo del primo Moro, gustato solo da alcuni, pochi fortunati.“.

    E ancora: ?Rinfrescare un packaging ormai datato, indirizzato ad un target conservatore, e comunicare un profondo senso di rinnovamento con energia e vivacità: è l?obiettivo che oggi l?ETI S.p.A. ha perseguito“? ?raggiungimento di un ulteriore obiettivo, la conquista di un numero sempre maggiore di consumatori“ (!!!!) e infine “Pacchetto oro: rappresenta la continuità della miscela classica.“ “PACCHETTO ROSSO: forza, qualità e classe?…decisamente femminile.“



    Questi alcuni dei deliranti messaggi pubblicitari che comparivano sul sito internet dell?ETI e che reclamizzavano alcuni prodotti da fumo. Contravvenendo palesemente ? e vergognosamente – alla legge 165/1962 che vieta esplicitamente ogni pubblicità di sigari e sigarette, al D. Lgs n. 74 del 25 gennaio 1992, all`art. 5 vieta esplicitamente la pubblicità di prodotti pericolosi per la salute, l`art. 6 del D. Lgs n. 74 del 25 gennaio 1992, vieta la pubblicità che, in quanto suscettibile di raggiungere bambini ed adolescenti, possa, anche indirettamente, minacciare la loro sicurezza o che abusi della loro naturale credulità o mancanza di esperienza.

    Ovviamente questa serie di violazioni non poteva lasciare il Codacons ? che da anni si batte contro il fumo ? indifferente. L?associazione, infatti, si è rivolta qualche mese fa all?Autorità Antitrust, chiedendo di sanzionare pesantemente la pubblicità ingannevole, illegale e criminale fatta dall?ETI.



    E oggi l?Autorità si è espressa con una clamorosa delibera che, per la prima volta in Italia, punisce l?ETI per la pubblicità che l?ente fa ai propri prodotti.

    Nel duro provvedimento, 20319 del 29.5.03, si legge, ad esempio, che i messaggi dell?ETI sono: ?suscettibili di porre in pericolo la salute dei consumatori“, e ?suscettibili di raggiungere un pubblico di minori, in modo tale da minacciare la loro sicurezza“. Non solo. Per l?Autorità la pubblicità dell?Eti aveva ?il chiaro intento di promuovere la vendita dei prodotti ivi descritti, come si evince, tra l`altro, dall`invito a prenotare l`acquisto di prodotti a tiratura limitata dal proprio tabaccaio“.


    Una vittoria importante per il Codacons e un precedente importante in Italia perché, per la prima volta, l?ETI ? che ricordiamo è una società per azioni a TOTALE CONTROLLO PUBBLICO – viene sanzionata per la pubblicità dei propri prodotti di morte.

    Ricordiamo che, per questa azione, il Codacons aveva ricevuto una lettera di ringraziamento ufficiale da parte del Presidente Ciampi!



    Il Codacons ora agirà IMMEDIATAMENTE contro l`Eti per conoscere i NOMINATIVI DEI DIRIGENTI che hanno commissionato questa pubblicità vietata dalla legge, per avere copia di tutti i contratti dall`Eti stipulati con le agenzie pubblicitarie, CON SOLDI PUBBLICI, e soprattutto per far CONDANNARE L`ETI A CESSARE IMMEDIATAMENTE OGNI ULTERIORE PUBBLICITA` DI SIGARETTE, in relazione soprattutto alle vergognose sponsorizzazioni ancora in corso di avvenimenti sportivi e ad altri eventi pubblicitari, denunciati al Codacons dai cittadini esasperati da questa continua campagna pubblicitaria vietata dalla legge!


    Sino a quando una associazione di consumatori, SENZA FINE DI LUCRO e finanziata SOLO DAI PROPRI TESSERATI, dovrà lottare DA SOLA contro una SOCIETA` PER AZIONI A TOTALE CONTROLLO PUBBLICO, per tutelare IL DIRITTO ALLA SALUTE DI TUTTI I CITTADINI ITALIANI?



      Aree Tematiche:
    • FUMO
    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox