23 ottobre 2018

Città ancora in tilt per il nubifragio

 

ROMA Quartieri al buio, decine di strade e sottopassaggi allagati, alberi e rami crollati in tutto il quadrante sud est della Capitale. È la fotografia della città il giorno dopo la grandinata che domenica sera si è abbattuta per quasi un’ora su Roma.

Tra domenica e ieri i vigili del fuoco hanno effettuato oltre 200 interventi, polizia locale e carabinieri hanno liberato diverse persone rimaste intrappolate nell’acqua nelle loro auto e, in un caso in una palestra a Cinecittà. Ieri mattina la sindaca Virginia Raggi si è scusata con i suoi concittadini per i disagi, mentre presiedeva una riunione della centrale operativa del Comune a Porta Metronia. Le opposizioni e il Codacons hanno puntato il dito contro la scarsa manutenzione di tombini, caditoie e verde pubblico. Su quest’ultimo punto l’assessora all’Ambiente Pinuccia Montanari è convinta che che molto è stato fatto con il censimento degli alberi, la loro potatura e il loro abbattimento (poco più di 2.700 interventi su oltre 82.000 piante). Resta aperto il nodo della pulizia dei tombini: la pubblicazione del bando è stata fatta lo scorso 25 luglio, ma non è stato ancora assegnato, e per ora sono le ditte della manutenzione stradale ordinaria a occuparsene.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this