7 Novembre 2019

Cinghiali, protesta a Roma

molti agricoltori varesini al presidio di oggi davanti a montecitorio: «allarme nazionale»
varese Arriva nella Capitale la battaglia varesina ai cinghiali: ci sarà anche una folta rappresentanza di agricoltori della provincia alla protesta annunciata per oggi a Roma, alla luce dei tanti danni ambientali causati dai branchi. Del resto, «non è mai stato così alto l’ allarme sul territorio per l’ invasione degli animali selvatici che distruggono i raccolti agricoli, sterminano greggi, assediano stalle, causano incidenti stradali nelle campagne ma anche all’ interno dei centri urbani con pericoli concreti per gli agricoltori ed i cittadini». Lo sottolinea la compagine varesina di Coldiretti che sarà presente dalle 9 di stamani a Roma in piazza Montecitorio per «la più grande protesta mai realizzata prima con un blitz di migliaia di agricoltori, allevatori, pastori provenienti anche dalla provincia di Varese insieme al presidente provinciale Fernando Fiori». I rappresentanti del mondo agricolo arriveranno «dall’ intera Lombardia e dal resto del Paese, insieme ai cittadini a partire dai sindaci con i gonfaloni e ai rappresentanti dell’ ambientalismo e dei consumatori per far sentire la propria voce a difesa delle case e del lavoro con le storie di chi è stato colpito ma resiste nonostante la paura per l’ incolumità della propria famiglia. Saranno presenti rappresentanti delle istituzioni e della politica a livello nazionale. L’ obiettivo è denunciare, anche con eclatanti azioni dimostrative, una emergenza nazionale che sta provocando l’ abbandono delle aree interne, problemi sociali, economici e ambientali con inevitabili riflessi sul paesaggio e sulle produzioni con le incursioni dei cinghiali che sono arrivati anche all’ interno delle città minacciando la sicurezza delle persone». All’ iniziativa, informa Coldiretti, parteciperanno sindaci con i gonfaloni e rappresentanti dei sindacati Fai-Cisl e Uila Uil, dell’ ambientalismo e delle associazioni dei consumatori come Symbola, Terranostra, Federparchi, Federconsumatori, Codacons, Adusbef, Centro Consumatori Italia, Apab e Legambiente. Per l’ occasione sarà presentato il primo Dossier Coldiretti/Ixè su “Gli italiani assediati dai cinghiali”, sui rischi per la sicurezza e la salute e le proposte concrete per garantire la sopravvivenza delle aziende agricole e la tranquillità dei cittadini, nel rispetto della natura. Un problema che affligge tutto il Varesotto, ma in particolare l’ area nord. Intanto la Regione Lombardia prosegue nella sua campagna selettiva sugli ungulati. Entro la fine di novembre l’ assessorato regionale all’ Ambiente guidato da Fabio Rolfi prevede l’ abbattimento di 500 esemplari in provincia, parchi a parte.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox