15 Gennaio 2013

Cinema: Codacons, flessione 10% nelle sale. “Cittadini non hanno soldi per svago”

Cinema: Codacons, flessione 10% nelle sale. “Cittadini non hanno soldi per svago”

(IRIS PRESS) – ROMA, 15 GEN – I dati presentati oggi da ANEC, ANEM, e ANICA e relativi al calo delle presenze nei cinema per il 2012, sono allarmanti non solo per i numeri in se, ma soprattutto perché attestano un profondo cambiamento nelle abitudini degli italiani – affermano Codacons e Associazione Utenti Radiotelevisivi. “I cittadini non hanno più soldi per lo svago – spiega il Presidente Carlo Rienzi – e la pesantissima flessione del 10% delle presenze lo dimostra inequivocabilmente. In un momento storico in cui le famiglie faticano ad arrivare a fine mese, le spese per i divertimenti e per beni non primari, come appunto i cinema, vengono inesorabilmente tagliate, con ripercussioni pesanti per il settore della cultura”. Codacons e Associazione Utenti Radiotelevisivi tornano poi a puntare il dito sull’ eccessivo costo dei biglietti. “Una serata al cinema può arrivare a costare 50 euro a famiglia, se si considerano i livelli raggiunti dai prezzi di biglietti, pop corn, bibite, ecc. – prosegue Rienzi – Per far tornare gli italiani nelle sale cinematografiche occorre ridurre le tariffe e introdurre promozioni e sconti tutta la settimana, non solo il mercoledì, con particolare riferimento ai nuclei familiari, agli anziani e ai giovani”

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox