8 Novembre 2011

CICLISTI A RISCHIO NELLE CITTA’ ITALIANE PER LA VIOLAZIONE DELL’ART. 3 E 7 DEL CDS

    CICLISTI A RISCHIO NELLE CITTA’ ITALIANE PER LA VIOLAZIONE DELL’ART. 3 E 7 DEL CDS I COMUNI NON DISTANZIANO LA SOSTA DALLA CARREGGIATA

    Dopo l’incidente mortale verificatosi a Milano sabato sera, con la tragica morte di un dodicenne, ucciso a seguito dell’apertura improvvisa di una portiera, il Codacons solleva il problema sicurezza per bici e motorini.
    Infatti i comuni italiani violano il Cds non distanziando la fascia di sosta laterale dalla parte della strada destinata allo scorrimento dei veicoli, ossia dalla carreggiata. La mancata apposizione di questa striscia bianca discontinua, da porre accanto alle strisce blu o gialle che indicano la parte della strada destinata al posteggio, non consente di delimitare la fine della carreggiata e di separare adeguatamente i veicoli posteggiati da quelli che circolano. Le biciclette ed i motorini, quindi, viaggiano troppo rasenti alle auto e, in caso di apertura improvvisa di una portiera, non hanno lo spazio per evitare l’ostacolo.
    Ricordiamo che per l’art. 143 del Cds tutti i  veicoli devono circolare "in prossimità del margine destro" della carreggiata, "anche quando la strada è libera", ma i veicoli sprovvisti di motore "devono essere tenuti il più vicino possibile al margine destro della carreggiata", in pratica devono viaggiare lungo la striscia bianca che delimita la carreggiata.
    Proprio per questo è di fondamentale importanza avere questa striscia bianca discontinua, distanziando l’area dedicata alla sosta dalla carreggiata, per evitare che l’apertura di una portiera anche solo di pochi centimetri, possa causare un incidente. Ma, come sollevò anche la trasmissione di Italia 1  " Le jene", le città italiane, per ragioni di spazio, non separano quasi mai con una striscia di margine discontinua bianca la carreggiata, destinata allo scorrimento dei veicoli, dalla fascia di sosta laterale, come previsto invece dall’art. 3, comma 1, punto 23 del Cds, dall’art. 7 comma 6 del Cds,  e dall’ art. 141 del regolamento del Cds. E’ evidente che, facendo coincidere le due strisce, bianca e blu (o bianca e gialla),  i veicoli viaggiano necessariamente rasenti alle auto posteggiate, aumentando il rischio di incidenti.
     

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox