14 Gennaio 2024

CHIARA FERRAGNI, “ RISPONDERO’ SOLO AD AUTORITA’ “. MA CODACONS LA ATTACCA: ARROGANZA SENZA CONFINI

 

INFLUENCER DEVE RISPONDERE AI SUOI QUASI 30 MILIONI DI FOLLOWER E AI CITTADINI CHE BERSAGLIA CON LE SUE PUBBLICITA’ E CON I SUOI PRODOTTI

ASSOCIAZIONE CRITICA ANCHE DIEGO DELLA VALLE (TOD’S): DA LUI DICHIARAZIONI CHE OFFENDONO GLI UTENTI

Durissimo il Codacons contro Chiara Ferragni che oggi, con una nota, ha dichiarato “In seguito a continue sollecitazioni ricevute da vari organi di informazione Chiara Ferragni, anche in qualità di Amministratore Delegato di TBS Crew Srl e di Fenice Srl, ribadisce che risponderà esclusivamente alle autorità competenti”.
Si tratta di una affermazione che dimostra una arroganza senza confini e la totale mancanza di rispetto sia verso i mass media, sia verso i cittadini – commenta il Codacons – Oltre che alle autorità competenti, infatti, la Ferragni deve dare spiegazioni prima di tutto ai 30 milioni di follower che le consentono business milionari, e in generale agli utenti ai quali l’influencer si rivolge per vendere prodotti e che bersaglia continuamente con messaggi pubblicitari attraverso i suoi canali social.
Facciamo poi notare alla signora Ferragni e al marito Fedez che gli organi di informazione non possono essere usati a loro piacimento solo quando c’è da alimentare il mito dei Ferragnez, ma vanno rispettati e meritano risposte anche quando diffondono notizie poco gradite alla coppia – aggiunge il Codacons.
L’associazione rivolge infine una stoccata a Diego della Valle (Tod’s) intervenuto oggi in difesa dell’influencer sostenendo che “Bisogna vedere cosa succederà, diamo il tempo alle persone di dimostrare quello che hanno fatto, adesso se ne occupa la magistratura”.
I consumatori prendono atto dell’atteggiamento della azienda Tod’s in merito alla grave multa dell’Antitrust per le pratiche scorrette a danno degli utenti legate al pandoro, e ne trarranno utili considerazioni ogni volta che pagheranno un paio di scarpe di quella marca sapendo che chi le produce non condanna le truffe aggravate ai danni dei consumatori e ignora i provvedimenti dell’Antitrust – conclude il Codacons.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this