4 Giugno 2007

Chi viaggia a tasso zero?




Chi viaggia a tasso zero? Sono solo poche decine i polesani che scelgono di andare in vacanza “a rate“. In provincia il ricorso al credito al consumo resta nei confinato nei settori auto ed elettrodomestici, secondo le interviste a campione nelle agenzie di viaggio locali (Chini tour, Fulvia tour, Garbellini, Malj, Viaggi più).Il fenomeno delle “vacanze a rate“ non è diffuso in Polesine, anche se negli ultimi tempi è un`opzione in aumento (limitata però al 2-3\% dei clienti delle agenzie). Le caratteristiche dei finanziamenti concessi dalle agenzie di credito, e di solito ogni tour operator fa riferimento a una società finanziaria di fiducia, aumentando il lavoro contabile delle agenzie di viaggio, prevedono un anticipo dal 10 al 13\% del prezzo del viaggio. Poi la rateizzazione dell`importo erogato è spalmata in 6 rate, mentre la prenotazione del viaggio deve pervenire alla società finanziaria almeno 15 giorni prima della data di partenza. Il tasso zero non viene applicato ai pacchetti-viaggio in offerta speciale, ai “prenota prima“ o ai “last minute“. Con l`acquisto a rate, insomma, si va in vacanza e la prima rata va in pagamento a 30 giorni dalla liquidazione dell`importo dalla finanziaria. Se non è concesso il “tasso zero“, il tasso annuo effettivo globale (Taeg) può variare da un minimo dell`11 a un massimo del 16,15\%.In Polesine chi sceglie i pacchetti-viaggio con i finanziamenti punta al tasso zero: di solito, confermano nelle agenzie, sono clienti abituati a rateizzare gli acquisti, dagli elettrodomestici in su a seconda dell`importo dei crediti. «Serve a pianificare il bilancio familiare senza disinvestire eventuali risparmi, e riguarda soprattutto le coppie senza figli», commenta Chiara Crivellari, presidente del Codacons di Rovigo. È di moda, infatti, l`inserimento dei pacchetti-viaggio nella cosiddetta “lista sposi“: che poi gli sposi siano alle prime nozze o successive, e quindi non abbiano bisogno di regali da “corredo“, gli invitati sono chiamati sempre più spesso a sottoscrivere quote del pacchetto viaggio. «È questa la rateizzazione più diffusa, non i pagamenti a rate», spiegano nelle agenzie di viaggio.Anche per le “vacanze a rate“, restano utili i consigli del Codacons per evitare sorprese amare con i pacchetti turistici. E cioè: rivolgersi ad agenzie di viaggio conosciute; controllare i documenti di viaggio e chiedere che sia specificato nel contratto l`eventuale compagnia aerea di riferimento del tour operator; non versare caparre superiori al 25\% della somma complessiva; scartare le offerte mirabolanti; controllare nei contratti le clausole scritte con caratteri molto piccoli, che di solito limitano i diritti del cliente; non firmare nessun modulo in bianco; accertare l`ammontare della penale in caso di rinuncia; verificare i servizi alberghieri effettivamente offerti (aria condizionata, telefono, piscina, bagno in camera, eccetera). Nell`estate 2007, aspettando l`annunciata ripresa del settore turismo, che finora non emerge nelle prenotazioni, le mete di viaggio preferite dai polesani restano Grecia, Spagna, Tunisia, Croazia e Sardegna.


Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox