19 Maggio 2002

«Chi aumenta sarà denunciato per estorsione»

I CONSUMATORI


«Chi aumenta sarà denunciato per estorsione»


Il Codacons dichiara guerra al caro polizze e annuncia che denuncerà per estorsione tutte quelle compagnie che a luglio aumenteranno le tariffe delle polizze Rc auto oltre il tasso di inflazione. Intanto chiede al governo un decreto legge per eliminare l`obbligo di legge o, in alternativa, una tassa sul costo della benzina pari a 0,005 euro al litro. Lo anticipa in una nota la stessa associazione dei consumatori. Che giustifica così la richiesta: «Essendo la Rc auto un`assicurazione obbligatoria, alla quale non ci si può sottrarre, espone i cittadini ad un aumento abnorme e ingiustificato, imposto agli automobilisti sotto la minaccia di vedersi sequestrare l`auto in assenza di copertura assicurativa». Per questo il Codacons «chiede anche un intervento del governo affinché emani un decreto legge finalizzato a tutelare gli automobilisti e contenere gli aumenti delle polizze entro il tasso di inflazione». In mancanza di un intervento concreto da parte delle istituzioni, prosegue la nota, il governo corre il rischio di ricevere una denuncia dei consumatori per concorso in estorsione. Le uniche alternative al fenomeno – conclude il Codacons – sono rendere facoltativa la Rc auto oppure porre i costi delle polizze a carico della collettività, tramite una tassa sulla benzina.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox