7 Novembre 2019

Cerveteri, vandali alla stazione: scritte e auto danneggiate

IL RAID Non c’ è pace per la rimodernata stazione ferroviaria di Marina di Cerveteri. A poche settimane dall’ inaugurazione del ristrutturato scalo, i vandali continuano a imperversare, approfittando delle tenebre che nelle ore notturne avvolgono la zona. Nel mirino dei teppisti sono finite questa volta le panchine del piazzale antistante la stazione, installate non molto tempo fa. Una è stata completamente distrutta, i soliti ignoti si sono accaniti con inaudita ferocia, riuscendo perfino a spaccare il marmo. Danni, meno gravi, sono stati inferti anche alle altre panchine della zona, utilizzate dagli anziani e dalle mamme che portano i bambini a giocare negli spazi verdi limitrofi allo scalo ferroviario. La stazione di Marina di Cerveteri sembra essere il bersaglio preferito dei teppisti, solo qualche giorno fa erano state danneggiate alcune auto dei pendolari lasciate in sosta nel grande parcheggio. I FATTI Addirittura, pochissimo tempo dopo la cerimonia di inaugurazione dello scalo, rimodernato dalle Ferrovie dello stato, erano entrati in azione i writer lasciando scritte deliranti sulle banchine dei binari. Un gesto assurdo che aveva suscitato la rabbia dei pendolari e dell’ amministrazione comunale di Cerveteri che aveva invitato i cittadini a segnalare ogni strano movimento notato in zona. Sui social è esplosa la rabbia popolare, per decenni la stazione ferroviaria è rimasta abbandonata al degrado, ora che finalmente è stata trasformata in uno scalo funzionale e fruibile anche ai disabili, la gente si sente colpita nel vivo. In molti segnalano la necessità di implementare in tutta l’ area della stazione l’ installazione delle telecamere di sorveglianza che, come accaduto nella vicina Ladispoli, potrebbero rappresentare un efficace mezzo di dissuasione per le scorribande dei teppisti. Sconcerto è stato espresso anche dalle associazioni dei consumatori del litorale. «Siamo amareggiati dice il coordinatore del Codacons, Angelo Bernabei per queste azioni vandaliche contro la stazione che rappresenta per il popolo dei pendolari di Marina di Cerveteri una preziosa risorsa. Ed un ottimo mezzo di collegamento per i turisti che vogliono scoprire la frazione ed il suo mare. Invitiamo le Ferrovie dello Stato ed il comune ad individuare ulteriori strumenti di controllo della zona con l’ ausilio delle moderne tecnologie». Secondo quanto trapelato, le forze dell’ ordine stanno visionando i filmati ripresi dalle telecamere a circuito chiuso. Gianni Palmieri © RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox