18 Febbraio 2018

Cerveteri, la guerra per i parcheggi

`cittadini e commercianti contestano la scelta del comune di istituire la sosta a pagamento in tutto il centro della città `le prime strisce bianche ora si trovano davanti al vecchio cimitero oppure alla boccetta dove però il traffico è limitato
LA QUERELLE Lo spettro della class action incombe sui parcheggi a pagamento a Cerveteri. La decisione adottata dall’ amministrazione comunale di istituire le strisce blu in tutto il centro della città sta innescando reazioni di protesta a tutti i livelli. Sul piede di guerra ci sono residenti e commercianti di tutte le zone dove sono stati installati 260 stalli per posti auto a pagamento. Sul web è esplosa la rabbia dei cittadini che temono un salasso economico: lasciare l’ auto in piazza Moro e tutte le strade limitrofe costerà fino ad un euro l’ ora. LA SCELTA Ad accendere il malumore della gente è soprattutto il fatto che non esistono più parcheggi gratuiti in tutto il centro di Cerveteri, le prime strisce bianche si trovano ora in cima alla salita davanti al vecchio cimitero, oppure all’ inizio di via Manzoni. Le macchinette per acquistare i biglietti non sono ancora operative e già si annunciano battaglie a colpi di carte bollate. L’ iniziativa più eclatante arriva dal Codacons che si prepara ad un’ azione legale di massa contro i parcheggi a pagamento voluti dal comune. L’ ASSOCIAZIONE «Molti cittadini che si sono rivolti alla nostra associazione afferma il coordinatore del Codacons, Angelo Bernabei ci hanno segnalato una evidente anomalia. Il codice della strada prevede che siano lasciati adeguati spazi gratuiti per la sosta. Nel centro di Cerveteri questa norma sembra non essere stata rispettata. Il Codacons, davanti all’ ondata di proteste popolari, annuncia di essere pronto ad attivare una class action, ovvero un’ azione legale collettiva, per chiedere ad un giudice di esprimersi sulla liceità dei criteri di attuazione della sosta a pagamento a Cerveteri. Ci sono troppi lati incomprensibili, a iniziare dalla decisione di appaltare il servizio a privati invece della gestione diretta da parte del comune, con evidente minori introiti per le casse municipali». LINEA SOFT A conferma della delicatezza della situazione, nel centro di Cerveteri sono apparsi alcuni cartelli installati dalla polizia locale che spiegano come nei primi giorni di avvio dei parcometri non sarà adottata la linea dura. Gli addetti della ditta vincitrice della gara lasceranno avvisi bonari a chi non paga il ticket. Inoltre, i cittadini sono stati anche avvisati che gli ausiliari del traffico potranno elevare le contravvenzioni a chi lascia il veicolo fuori dalle strisce blu in sosta non regolare. Si dovrà pagare il parcheggio, in questa prima fase, in piazza Moro, via Piave, via Diaz, via Santangelo, via Ceretana, via Mura Castellane. Alcuni parcheggi gratuiti sono rimasti alla Boccetta, ma la zona è a traffico limitato. Non si potrà lasciare l’ auto in via del Lavatore, a pochi metri da piazza Santa Maria, perché vige il divieto di sosta e la strada in fondo è transennata dopo il cedimento della carreggiata. Gianni Palmieri © RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox