23 Febbraio 2005

Centrosinistra, Carraro vara il listino

Centrosinistra, Carraro vara il listino

Tra le presenze di spicco l?imprenditrice Marina Salamon

Inserite anche Michela Sironi Mariotti e Margherita Miotto

VENEZIA. Fatto. Massimo Carraro, candidato governatore del centrosinistra, ha definito la lista per la quota maggioritaria, il cosiddetto listino. Vi sono rappresentanti dei partiti ma ci sono anche «pezzi» di società civile. E al traguardo del listino il centrosinistra arriva primo, anticipando un centrodestra ancora confuso, soprattutto per quanto riguarda le «quote» spettanti a Forza Italia. Dodici nomi: sei espressione dei partiti, altrettanti pescati dalsocietà veneta. E? la lista del presidente e per questo è stato proprio Carraro a decidere gli esterni. Due i nomi che spiccano: sono quello dell?ex sindaco di Verona, Michela Sironi, ex forzista che nel 2002 Giancarlo Galan sacrificò preferendogli come candidato Pierluigi Bolla (poi sconfitto) e l?imprenditrice trevigiana, Marina Salamon. Completano il quadro Franco Posocco, consigliere comunale a Vittorio Veneto, docente universitario; Margherita Miotto della Margherita; Tiziana Agostini, responsabile regionale delle donne Ds; Marina Salamon, imprenditrice; Anna Lucia Riberto di Rifondazione; Walter Bonan, rappresentante dei Verdi; Luisa Conti Lucherin dello Sdi; Nicola Atalmi dei Comunisti italiani; Franco Conte presidente regionale del Codacons, associazione consumatori; Francesco Di Bartolo, avvocato vicentino dell?area Di Pietro. L?unica cosa che resta ancora da definire è la posizione dei vari canddiati nel listino. Ma Massimo Carraro è soddisfatto. E? riuscito ad assecondare partiti ed è riuscito ad inserire in lista anche alcune espressioni forti della società veneta tra cui Marina Salamon, imprenditrice titolare di «Altana» azienda di confezioni con sede in provincia di Treviso. «Come l?ho convinta? Ha condiviso il progetto di rinnovamento del Veneto che ha in mente il centrosinistra» spiega Carraro. Ma il candidato governatore evidenzia come il listino non sia «una lista di amici» ma rappresenti il giusto equilibrio tra l?espressione dei partiti e delle liste civiche e le «forze di qualità della società veneta». Il centrosinistra primo nella presentazione della lista per il maggioritario. Buon segno? «Eravamo stati anche i primi ad ufficializzare il candidato alla presidenza – spiega Carraro – Sto girando il Veneto e sento che c?è voglia di voltare pagina, di cambiare. Sì, sento che saremo primi anche il 4 aprile». Intanto domani a Roma è prevista la riunione delle forze del centrodestra per decidere quote nel listino e assessorati.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox