fbpx
13 Settembre 2001

Centralina gas su curva a rischio: firme e proteste

Ladispoli

Centralina gas su curva a rischio: firme e proteste


Un intero quartiere di Ladispoli è in ansia per la comparsa di una centralina del gas, installata all?uscita di una curva, dopo essere stata rimossa da una vicina zona di verde pubblico. A protestate, con tanto di raccolta di firme, sono i residenti della zona compresa tra via Genova, via Napoli, via Livorno, via Siracusa e via Molfetta che hanno chiesto all?amministrazione comunale di intervenire presso l?Italgas. La cabina, che sembra sia la centralina di regolazione per la pressione e l?erogazione del metano in tutta la zona sud della cittadina, è stata posizionata in una piazzola di sosta dopo una settimana di lavori che hanno bloccato la circolazione e sono stati effettuati nelle ore notturne per il malumore dei residenti che non sono riusciti a dormire per il rumore delle ruspe e dei picconi.
L?inquietudine degli abitanti nasce dal fatto che la centralina, priva di barriere protettive, si trova accanto alle automobili in sosta, a pochi metri dagli stabili e soprattutto all?uscita di una curva dove le vetture transitano spesso a velocità elevata. Un eventuale impatto potrebbe dunque avere conseguenze micidiali. «Vogliamo chiarezza ? dice il coordinatore del Codacons, Angelo Bernabei ? a nome dei cittadini che debbono convivere con la centralina del metano. Nessuno condanna l?Italgas, siamo fiduciosi che la cabina sia a norma, però deve essere individuata una soluzione che rassereni la popolazione. Ad esempio, l?amministrazione potrebbe installare alcuni rallentatori di velocità nel tratto finale di via Genova all?incrocio con via Livorno, per obbligare le auto a non correre prima della piazzola di sosta».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox