25 Marzo 2010

Centrale biomasse, tutti i “contro” illustrati al Tar

Mafalda Il Codacons si è opposto davanti ai giudici amministrativi alla realizzazione del progetto

L’azione legale, presentata dal Codacons di Campobasso unitamente ad un cittadino mafaldese, è stata illustrata dall’avvocato Giuseppe Ruta per l’associazione dei consumatori che ha sottolineato forte contrarietà all’impianto destinato a produrre energia attraverso l’utilizzo di materiale di risulta di vitigni e similari. Il Tar Molise, in una prima udienza svoltasi lo scorso anno, aveva deciso di effettuare ulteriori approfondimenti sull’impianto voluto dalla ex amministrazione di Mafalda che aveva firmato una intesa con il Gruppo «Dafin spa» per la costruzione della centrale nell’ambito di un più ampio progetto di riqualificazione di tutto il paese. La nuova Giunta municipale, sin dal momento del suo insediamento, ha osteggiato tale iniziativa dichiarandosi anch’essa fortemente contraria. Nel frattempo i titolari della società privata sono andati avanti con il progetto, avviando da luglio 2009 gli interventi programmati. La sentenza dei giudici amministrativi è attesa entro breve tempo. Non è escluso che già nelle prossime ore possa essere resa nota. Il responsabile regionale del Codacons Fabio Del Vecchio lo scorso anno decise di presentare l’azione legale per bloccare l’impianto in quanto non necessario per il fabbisogno energetico della regione, vista la presenza in Basso Molise di altri impianti, e per la tutela del territorio. A.S.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this