25 Agosto 2005

CENSURATE CHI HA HA GESTITO MALE GLI INTERESSI DEL PAESE E DEI RISPARMIATORI

    RICHIESTA FORMALE DEI CONSUMATORI AL CICR: CENSURATE CHI HA HA GESTITO MALE GLI INTERESSI DEL PAESE E DEI RISPARMIATORI IN 4 ANNI ABBIAMO AVUTO UN RECORD DI MANCATA PREVENZIONE, MANCATO CONTROLLO, MANCATA SANZIONE NON SOLO DI SCALATE, MA ANCHE DI CRAC E INCROCI AZIONARI NON AMMISSIBILI

    SE IL CICR NON DOVESSE INTERVENIRE, I CONSUMATORI LANCERANNO UNA RACCOLTA DI FIRME E CHIEDERANNO L`INTERVENTO DEL QUIRINALE

    ?Censurate i responsabili di 4 anni di crac e scalate azionarie che hanno colpito duramente gli interessi di un milione e mezzo di risparmiatori.? A chiederlo sono le quattro sigle dei consumatori Adoc, Adusbef, Codacons e Federconsumatori che formano Intesaconsumatori.

    Secondo i quattro presidenti delle associazioni, Carlo Pileri, Elio Lannutti, Carlo Rienzi e Rosario Trefiletti quello che si profila come il peggiore scandalo che abbia mai intaccato il prestigio della Banca d`Italia, deve avere una svolta e l`unico organo che abbia la possibilità di fare qualcosa subito è il Comitato per il Credito e il Risparmio.

    ?Non si può continuare a prendere per il naso gli italiani. Le istituzioni devono fare qualcosa di concreto, ricordando che non c`è di mezzo la sola scalata alle banche italiane, ma soprattutto quattro anni di controlli omessi, mancate sanzioni, e prevenzione inesistente. E` ormai chiaro che abbiamo bisogno anche in Italia di istituzioni solide, ma anche credibili, oltre che di forme di controllo privato sulla finanza che negli Usa sono state introdotte con la Sarbanes-Oaxley, e che da noi non esistono. Ma pure in assenza di atti di legge, dobbiamo subito recuperare la fiducia non solo dei mercati internazionali, ma soprattutto dei cittadini italiani.?

    La possibilità è offerta dalla riunione del Cicr che dovrebbe procedere a censurare chi ha prodotto ?tanti disastri nel giro di pochi anni.? Per farlo, dovrebbe deliberare la sostituzione di tutti i responsabili di questi anni di finanza allegra. ?Qualora nella Banca d`Italia ? dicono dall`Intesaconsumatori – non ci dovesse essere la sensibilità istituzionale per riportare l`istituto al di fuori del sospetto di essere parte in causa nei disastri finanziari italiani, i consumatori procederanno ad una raccolta di firme. E queste firme le consegneremo al Presidente della Repubblica, vero garante della credibilità di uno Stato che continua ad inanellare una serie, purtroppo lunga, di brutte figure, in Italia ed all`estero.?

    IntesaDeiConsumatori

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox