27 Gennaio 2002

Ceglie: Il Codacons si batte contro la tassa-rifiuti

Ceglie

L`iscrizione a ruolo è avvenuta senza la prescritta notifica ai contribuenti
Il Codacons si batte contro la tassa-rifiuti

Si contestano gli aumenti voluti dal commissario prefettizio

CEGLIE MESSAPICA
In data 14 gennaio, la locale associazione del Codacons (coordinamento delle associazioni per la difesa dei diritti degli utenti e dei consumatori) ha presentato al Tar di Lecce il ricorso per «l`annullamento della delibera n. 89 del 29 maggio 2001 con la quale il commissario straordinario del Comune aumentava la tassa rifiuti solidi urbani e di ogni altro atto presupposto e connesso». Ricorso, previa sospensiva, presentato dall`avv. Vincenzo Vitale che della locale associazione Codacons è il responsabile provinciale (in campo locale il rappresentante è, invece, il geom. Gaetano Suma, ndr). Come è noto – si legge nel ricorso – «l`amministrazione comunale ha deliberato la revisione della tassa per lo smaltimento dei rifiuti e iscriveva a ruolo il tributo, notificando ai contribuenti una cartella di pagamento senza aver proceduto alla notifica dell`avviso di accertamento». Il Codacons, sulla scorta della documentazione richiesta e ricevuta dal comune, fa notare come: «la tassa non veniva aumentata in relazione alla capacità dei locali di produrre rifiuti ma piuttosto a un criterio di redditività dei locali stessi»; il canone annuale netto della tassa veniva rideterminato transattivamente con decorrenza 1° febbraio 2001; il comune dichiarava l`assimilazione a rifiuti urbani degli imballaggi primari e secondari; il costo del servizio di spazzamento dei rifiuti veniva incluso nel costo di esercizio della Tarsu.
Quindi, l`associazione in difesa dei consumatori parla di «eccesso di potere» e di «ingiustizia manifesta». Per cui l`atto deliberativo è illegittimo. A tal proposito richiama il decreto legislativo n. 507/93 in base al quale «la tassa sullo smaltimento dei rifiuti va determinata con esclusivo riferimento alla superficie dei locali e delle aree dell`uso a cui essi siano destinati». Ed a supporto il Codacons richiama anche una sentenza del Tar Lazio, la n. 1122 del1/10/93, precisando che «i locali e le aree vanno classificati e tra loro diversificati, non in relazione alla loro particolare redditualità o al patrimonio del soggetto, bensì in base a intrinseci parametri rilevatori della loro idoneità quali-quantitativa a produrre rifiuti e a incidere sui costi e sull`organizzazione del servizio». «La deliberazione n. 89/2001 di revisione delle tariffe della tassa – viene asserito nel ricorso -, non si è attenuta a detti criteri». E non solo: «Assoggettando il contribuente ad un maggior onere, la delibera avrebbe dovuto essere motivata in modo tale da risultare non solo il costo complessivo dell`anno di competenza ma anche la superficie complessiva imponibile nota ed accertata che, invece, non risulta da nessuno dei documenti consegnati all`associazione dal comune». E c`è poi la questione del costo dello spazzamento delle vie pubbliche. «E` vero – si sostiene nel ricorso – che in deroga all`art. 61 del D.L. n. 570/93 la Legge n, 488/98 dava facoltà ai comuni, per l`anno 1999, di coprire tale costo attraverso la tassa, ma tale previsione non è stata più prevista a partire dal 2000, con la conseguenza, come afferma lo stesso Ministero delle Finanze, che i comuni devono dedurre dal costo complessivo del servizio un importo, da determinarsi in sede regolamentare, non inferiore al cinque e non superiore al quindici per cento, a titolo di costo dello spazzamento dei rifiuti». Come è noto il costo del servizio è lievitato da un miliardo 717 milioni a due miliardi 695 milioni, somma a cui vanno aggiunti 340 milioni per il tributo provinciale e 79 per il servizio di raccolta differenziata. Il tutto per un totale di 3 miliardi 114 milioni. Un costo che ha visto raddoppiata la tassa con le conseguenti lamentele dei cittadini che si sono rivolti al Codacons. Ora si attenderà la decisione del Tar.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this