9 Novembre 2021

Cede pedana: infortunio al luna park

di Paolo Girotti L’uomo se l’è cavata con numerose fratture, ma la rovinosa caduta che ha avuto come protagonista un lavoratore del Luna park di Legnano nella notte tra domenica e lunedì avrebbe potuto avere conseguenze ben più gravi e ora saranno i carabinieri, intervenuti sul posto, a verificare se ci siano state o meno mancanze nelle procedure di sicurezza, mentre all’indomani di questo ennesimo incidente sul lavoro il Codacons ha già annunciato un esposto in procura. L’episodio è accaduto intorno alla mezzanotte di domenica ed è stato causato dall’improvviso cedimento di una pedana di ferro sulla quale il 34enne stava in quel momento operando: l’uomo, parente del proprietario dell’attrazione per bambini, stava lavorando allo smontaggio della struttura che, come tante altre al luna park di Legnano, era ormai pronta per il trasferimento in altra area, più esattamente a Novi Ligure, secondo il calendario solito degli spostamenti dei giostrai. Subito dopo il cedimento della pedana e la caduta, poco dopo la mezzanotte, l’uomo è stato soccorso dagli operatori della Croce rossa e poi trasportato all’ospedale di Legnano in codice rosso: effettuati gli esami di rito, al 34enne sono state riscontrate numerose fratture in varie parti del corpo ma fortunatamente l’uomo non è in pericolo di vita. “Non ero presente in occasione dell’incidente – spiegava ieri Eros Salvioli, coordinatore della commissione tecnica del Luna park di Legnano, rassicurando sulle condizioni dell’uomo – e so che si sta ancora cercando di capire cosa sia successo esattamente. Fortunatamente il nostro collega coinvolto nell’incidente sta bene anche se ha subito numerose fratture ed è ora ancora sotto controllo in ospedale a Legnano”. Nell’area del Luna park teatro dell’incidente sono intervenuti anche i carabinieri, che si stanno occupando di verificare quali siano state le cause – e le eventuali responsabilità – dell’improvviso cedimento che ha poi provocato la rovinosa caduta. Il Codacons, intanto, ha annunciato un esposto in procura su quanto accaduto: “L’incidente avrebbe potuto avere esiti ben più gravi – ha sottolineato il presidente del Codacons, Marco Maria Donzelli -, non è tollerabile che gli operai siano in continuo pericolo di vita sul posto di lavoro. La sicurezza e la salvaguardia dei lavoratori deve essere garantita”. Per questo motivo, hanno spiegato poi i portavoce del Codacons, verrà dunque presentato un esposto in procura al fine di incrementare i controlli delle strutture del luna park di Legnano perché “non è tollerabile che ad un evento così noto e dalla tale affluenza a avvenganno episodi del genere”.

Il luna park di Legnano è operativo dalla metà del mese di ottobre dopo che nella stagione 2020 la manifestazione era stata annullata a causa della pandemia: numerose famiglie di addetti ai lavori erano rimaste poi a Legnano per tutta la stagione invernale, tanto che per l’ospitalità ricevuta avevano ringraziato in diverse occasioni l’amministrazione comunale legnanese. Nel contesto del luna park si può stimare in circa 500 persone la forza lavoro complessivamente impegnata.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox