16 Luglio 2019

Cattivi odori, si allarga la zona della protesta «L’ aria è irrespirabile»

Massimo PighinZOPPOLA. Odori nauseabondi in diversi momenti della giornata, in particolare la sera: un problema non nuovo, a Zoppola, che si è ripresentato da alcuni giorni. In questo caso, però, i miasmi interessano un’ area più ampia di quella dove si avvertono di solito: oltre a Zoppola, si sentono a Cusano, Poincicco e Pescincanna di Fiume Veneto. Tante le lamentele, con molti cittadini che hanno detto di essere costretti a chiudere le finestre per salvarsi dalla puzza. Disagio che si è ripresentato più volte la scorsa settimana. Per questo, i residenti chiedono a chi di dovere di mettere in atto le verifiche atte a stabilire l’ origine del fenomeno, in modo tale da risolvere o limitare il problema.La presunta causa dei miasmi? Solitamente, gli odori vengono ricondotti a un allevamento di mucche che si trova in territorio di Zoppola – e per più di qualcuno l’ origine delle puzze degli ultimi giorni sarebbe questa -, ma i recenti miasmi possono far pensare anche a una stalla di maiali, se non a determinate lavorazioni agricole. Insomma, le ipotesi sono svariate: una ragione in più, a detta degli abitanti, per far sì che la questione venga affrontata una volta per tutte.Il fenomeno dei miasmi interessa Zoppola da decenni: nonostante le proteste susseguitesi negli anni, il problema persiste e si accentua con determinate condizioni climatiche, in particolare di vento. Lo scorso anno, il Codacons Fvg si era interessato della situazione e aveva cercato di avviare una raccolta firme per costituire una massa critica tale da poter avanzare richieste formali agli organi preposti: l’ azione, però, non aveva prodotto i risultati auspicati dall’ associazione dei consumatori, probabilmente anche a causa dello scarso interesse dimostrato dalla popolazione.Nel recente passato, più di un cittadino si è rivolto alla polizia locale, chiedendo di effettuare controlli: le verifiche, tuttavia, non avrebbero dato riscontri tali da prefigurare qualche anomalia. Rimane il fatto che i miasmi non sono scomparsi, anzi: da giorni si sentono con ancora più intensità. Un disagio che, oltre a creare rabbia, fa sorgere preoccupazioni tra i residenti in merito alle possibili ricadute sulla salute.Il quadro è tale, insomma, da rendere necessaria una serie di verifiche: lo chiedono i cittadini, esasperati per il fatto di dover convivere da troppi anni con odori insopportabili.- BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox