28 Aprile 2009

Catania, disabile picchiato per 5 euro

 Crudeltà Disabile picchiato per 5 euro e un telefonino. Due bulli, poi arrestati, lo hanno gettato in una fontana. Il giovane salvato dai passanti.

CATANIA – Una preda facile. L’ideale per la vigliaccheria dei teppisti: una persona che non può difendersi. Così, appena lo hanno visto, i due balordi lo hanno subito messo in un angolo; lo hanno schernito con volgari sfottò; quindi hanno cominciato a colpirlo per farsi consegnare i soldi che aveva in tasca (5 euro) e il cellulare. Non contenti, e forti anche della mancata reazione delle altre persone che si trovavano in quella strada di Belpasso, nel Catanese, lo hanno trascinato nella loro auto e portato in una zona vicina, a Paternò. Lì c’è una famosa sorgente d’acqua. Così lo hanno gettato in una vasca. Il 35enne disabile è stato salvato dall’intervento di alcuni passanti che lo hanno tratto in salvo e condotto in ospedale, dove i medici gli hanno medicato diverse ferite al volto. Dopo il racconto del giovane in lacrime ai carabinieri, sono stati fermati i due autori della bestiale aggressione: un 25enne e un 29enne che abitano a Santa Maria di Licodia.  Il Codacons, oltre a esprimere solidarietà e vicinanza alla vittima dell’aggressione, ha anche offerto assistenza legale ai parenti del disabile.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this