17 Ottobre 2013

Caso Rai-Fazio, in onda il silenzio del dg Gubitosi Carroccio furioso

Caso Rai-Fazio, in onda il silenzio del dg Gubitosi Carroccio furioso

Anzichè dire come Fabio Fazio sia fonte di profitto e non un costo, come riesca a garantire un’ informazione trasparente, quanto sia una valore per l’ azienda, doveva spiegare se lo stipendio del conduttore di Rai3 è interamente pagato con il canone oppure solo dagli sponsor, oppure in quali percentuali. Silenzio…». A lanciare il missile è Gian Marco Centinaio, membro della commissione Vigilanza Rai in quota Lega. Ieri in audizione è arrivato il dg di viale Mazzini Luigi Gubitosi. «Ma da lui non abbiamo saputo un bel nulla. Solo parole. Non ha portato un dato sul passivo dell’ azienda, non ci ha detto cosa prenda Fazio di stipendio. Sappiamo che le sponsorizzazioni sono calate del 20%». Zero risposte che hanno fatto letteralmente andare su tutte le furie l’ esponente leghista che proprio oggi depositerò un’ interrogazione rivolta proprio al dg in cui «chiedo quanta pubblicità incassa la trasmissione di Fazio, il suo cachet mensile, il costo complessivo di ogni singola puntata, lo share e molto altro. Vediamo cosa mi risponderà. Dovrei averla entro la prima settimana di novembre. Poi faremo i conti e capiremo meglio». Di sicuro c’ è che nel prossimo contratto di servizio tra mamma Rai e lo Stato per il 2013-2015 si tornerà a parlare di privatizzare una rete, di tetti a manager e presentatori ma anche di inserire un bollino a video che segnali se la trasmissione che si sta guardando è tutta pagata dal canone oppure dagli sponsor. Ieri sera anche il Codacons ha alzato il tiro: «Agli italiani non interessa sapere cosa pensi Gubitosi del lavoro svolto da Fazio e di come il presentatore conduca il suo programma. Quello che vogliono sapere è quanto venga pagato Fazio per svolgere quel lavoro che il dg esalta, e come la Rai utilizzi i soldi pubblici sul fronte dei cachet,. Secca la reazione dell’ ex ministro Renato Brunetta, protagonista dello scontro con Fazio. «Vorrei denunciare i comportamenti anomali, le dichiarazioni del dottor Gubitosi su “Che tempo che fa”, indicandone l’ equilibrio nella trattazione politica. La trasmissione è stata condannata dall’ Agcom al riequilibrio, e quella di Gubitosi è una dichiarazione offensiva». Il capogruppo alla Camera del Pdl è intervenuto così in commissione di Vigilanza Rai. «Mi offendo – ha affermato – del fatto che il dg Gubitosi ha l’ impudenza di negare l’ evidenza di un autority che ha condannato la trasmissione di Fazio a ripristinare il pluralismo dichiarazioni insultanti nei confronti della commissione e dell’ Agcom». Di fatto per il dg di viale Mazzini, Fazio ha sempre dimostrato il suo equilibrio: «invitando tutte le componenti della società e della cultura e dando a ognuno la possibilità, col garbo che lo contraddistingue, di esprimere la propria opinione, anche a chi si è voluto e si vuole presentare al pubblico con inutile aggressività». Visto quello che lo paghiamo…

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox