14 Marzo 2003

Caso Alexia: il Codacons si costituisce parte civile

Caso Alexia: il Codacons
si costituisce parte civile




ROMA. Il Codacons si costituirà parte civile, «per conto dei telespettatori che tra l`altro pagano il canone», nella vicenda della vittoria annunciata di Alexia al Festival di Sanremo, al fine di «tutelare la buona fede dei cittadini e la correttezza delle votazioni e della gara».

Intanto ieri sera Striscia la notizia ha intervistato il presidente dell`associazione, Carlo Rienzi. Il Codacons ricorda di aver chiesto di far parte della giuria che avrebbe votato i cantanti in gara prima dell`inizio del Festival «per verificare – si legge in una nota – la correttezza e la regolarità delle votazioni e dell`intera gara.
Tuttavia il Codacons è stato escluso da tale giuria. Alla luce degli ultimi eventi, ossia la vittoria annunciata di Alexia e depositata con largo anticipo dall`avv. Cerruti presso un notaio, la domanda sorge spontanea: come mai il Codacons è stato escluso?».

Di questo si è occupato ieri sera il tg satirico di Antonio Ricci, che ha intervistato Rienzi e l`avvocato Claudio Coratella, «anche in merito al ruolo della magistratura a seguito degli esposti inviati dall`associazione alle Procure di Roma e Sanremo». Come è noto la vicenda è scoppiata alcuni giorni fa e ha fatto velocemnte il giro d?Italia. Non è la prima volta che Striscia la notizia annuncia con anticipo il nome giusto del vincitore sanremese, anche se le precendenti occasioni poteva essere viziate da un furbo montaggio, visto che mai un notaio aveva accertato la veridicità della notizia.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox